Refezione scolastica, dopo polemica sindacale interviene la società: “Tutto secondo norme e capitolato”

1013

Nei giorni scorsi sono apparsi su alcuni quotidiani locali alcuni articoli riguardanti il Servizio di refezione scolastica del Comune di Caltanissetta nell’ambito di un acceso dibattito tra le organizzazioni sindacali Uitucs UIL e l’area programmatica Democrazia e Lavoro della CGIL. Adesso, senza entrare nella polemica innescata dal botta e risposta tra i sindacati, interviene la società Elior, affidataria del servizio di refezione nelle mense scolastiche del capoluogo, di competenza comunale.

“Rileviamo unicamente – spiega la nota – che l’area programmatica Democrazia e Lavoro della CGIL non ha mai richiesto per le vie brevi alcun incontro/confronto con la scrivente per discutere di problematiche relative all’appalto. In riferimento al servizio da noi fornito ci preme però chiarire quanto segue.

Complessivamente nell’appalto di refezione scolastica del Comune di Caltanissetta, la Società Elior eroga giornalmente circa 1600 pasti; le scuole oggetto dell’attenzione dell’organizzazione sindacale Area programmatica Democrazia e Lavoro della CGIL sono: la Scuola Materna Firrio (16/22 pasti al giorno), la Scuola Materna S. Barbara (16/22 pasti al giorno) e la Scuola Materna Faletra (16/22 pasti al giorno).

Quotidianamente vengono consegnate a mezzo di furgoni refrigerati (a norma di legge) prodotti già porzionati pronti per la cottura (o pronti alla somministrazione es: formaggi, salumi, carni, frutta, etc). Elior pone in essere tutte le necessarie attività per garantire la freschezza e la salubrità degli alimenti che poi vengono somministrati nei singoli plessi scolastici. Il tutto ovviamente avviene in ottemperanza con del capitolato d’appalto, della normativa igienico sanitaria, della normativa sulla sicurezza del lavoro e nel rispetto delle tabelle dietetiche predisposte per i bambini.

Per quanto riguarda il personale, lo stesso è stato assunto ai sensi dell’art. 332 e successivi del CCNL Turismo PP EE 20.02.2010 e svolge l’attività in piena ottemperanza alla normativa vigente in merito all’igiene e la sanificazione e la sicurezza sul lavoro”.

Commenta su Facebook