Refezione scolastica in alcune scuole in autogestione. Interrogazione di CL Protagonista

1110

Ritardi per la refezione scolastica negli istituti dove si svolge il tempo prolungato. Arriva l’interrogazione di Caltanissetta protagonista, con i consiglieri Salvatore Petrantoni e Oriana Mannella.

Oriana Mannella“L’Amministrazione, pur sapendo della scadenza del servizio di mensa scolastica fin dallo scorso mese di maggio, non si è premurata di procedere all’allestimento del nuovo bando per l’anno scolastico 2015-2016”. Già il 26 marzo scorso, con un interrogazione della consigliera Oriana Mannella, Caltanissetta Protagonista aveva gia’ evidenziando la necessità e l’urgenza di espletare nuova gara. Nei giorni scorsi si è saputo che il servizio della mensa scolastica sarebbe ripartito il prossimo 19 ottobre, con esclusione delle mense scolastiche delle scuole medie inferiori, “ma ad oggi – rilevano i due consiglieri – nessun atto ufficiale è stato prodotto in merito”.

“Atti amministrativi – si legge nell’interrogazione – propedeutici alla fornitura di questo particolare tipo di servizio, necessitano di settimane se non di mesi per la stesura e l’applicazione secondo le le norme di legge”.

CL Protagonista che di accertare le responsabilità e “su quali basi e presupposti è stato annunciato, da parte dell’Amministrazione, che tale servizio partirà il prossimo 19 ottobre”. Se corrisponde al vero che l’ipotesi sarebbe quella di fornire pasti preconfezionate. “Con quale personale questo servizio sarebbe svolto? E che fine farebbe il personale comunale?”, chiedono i due consiglieri, unitamente ad altre domande.

“Come mai non si ritiene di dover usare le cucine di proprietà comunale?” e “quali sarebbero i costi che affronterebbe il Comune? E’ stata prevista una procedura di gara per l’affidamento del Servizio?

Sembrerebbe infatti che in alcune scuole, pur di garantir eil tempo prolungato, le famiglie provvedano ai pasti in autogestione.

Commenta su Facebook