Recovery Plan: Sicilia, Sud ed Europa. La parola ai cittadini

113

Il protagonismo dei cittadini per affrontare la grande sfida del Recovery Plan, con il ruolo fondamentale che il Sud, la Sicilia e le sue articolazioni territoriali dovranno avere per lo sviluppo del paese intero e dell’Europa. Questa è il tema della prima iniziativa dell’associazione ÈCO SÌ con l’incontro online di sabato 06 febbraio alle ore 17.30 sulla pagina facebook dell’associazione (link della pagina facebook).

L’iniziativa online sarà introdotta e moderata dal Prof. Maurizio Caserta di ÈCO SÌ e interverranno diverse personalità dal mondo dell’associazionismo e della società civile del territorio siciliano: il Dott. Antonello Piraneo, direttore “La Sicilia”; il Prof. Giuseppe Notarstefano, Università Lumsa di Palermo; il Dott. Emanuele Villa, Associazione “Un’altra Storia”; Prof. Emiliano Abramo, Demos Sicilia; Dott. Antonio Piraino, Associazione Palermo in cammino; Dott. Andrea Bartoli, Associazione Movimenta, Favara; Dott. Salvo Fleres, Movimento Unità Siciliana “Le Api”; la Dott.ssa Mirjam Ognibene di NeXt – Nuova Economia per Tutti. A concludere l’incontro sarà invece il Dott. Giovanni Ruvolo di ÈCO SÌ.

L’obiettivo dell’incontro è dunque quello di stimolare il protagonismo dei cittadini per ridiscutere le decisioni che sembrano essere state già prese nei palazzi alti delle istituzioni, per condividere e promuovere con altre realtà una visione comune che abbia innanzitutto alla base una metodologia diversa, in grado di porre la Sicilia e il Sud al centro dello sviluppo dell’intero Paese e dell’Europa. Il protagonismo del nostro territorio per lo sviluppo dell’intero paese non può fare a meno dell’individuazione di un accordo tra queste forze, per costituire e amplificare insieme una massa critica in grado di fare proposte per il futuro che possano essere ascoltate dalle istituzioni. Con la prima iniziativa sulla pagina facebook, l’associazione ÈCO SÌ traccia il solco di nuovo passaggio, dalla fase di confronto al momento di accogliere le proposte dei territori rispetto al futuro del nostro paese.

Da questo primo incontro che affronta anche la questione dei divari territoriali tra Nord e Sud del Paese partirà la fase delle proposte da presentare alle istituzioni, attraverso l’approfondimento dei sei assi che costituiscono il Piano di Rilancio e Resilienza (digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura; rivoluzione verde e transizione ecologica; infrastrutture per una mobilità sostenibile; istruzione e ricerca; inclusione e sociale; salute).

Con la consapevolezza però della partita cruciale che il Sud soltanto unito e forte può giocare per il rilancio dell’intero Paese e dell’Unione Europea. Il Sud lo è veramente? È capace di pensarsi come una grande macroregione europea, consapevole del suo ruolo e delle connessioni con le altre macroregioni? Infine sarà il Sud capace di cogliere le interconnessioni con le altre grandi priorità indicate nel Piano Nazionale, ossia la parità di genere e i giovani?

Queste sono alcune delle domande alle quali i Cittadini proveranno a rispondere durante l’incontro di sabato 6 febbraio alle 17.30 dalla pagina facebook di ÈCO SÌ.

ÈCO SÌ è un’associazione politico-culturale, nata dall’esigenza di dialogo e confronto con quanti si stanno interrogando sul futuro e sulle possibilità di sviluppo della Sicilia, anche alla luce dei fondi del Recovery fund che dovranno essere investiti in Sicilia. I promotori dell’associazione sono Bianca Guzzetta, Giovanni Ruvolo, Massimo Fundarò e Massimo Caserta.

Commenta su Facebook