Rapina a mano armata a centro scommesse, arrestato un minore. Un immigrato aiuta gli agenti a fermarlo

1132

Una rapina aggravata compiuta da due complici incappucciati e armati di pistola e coltello, uno dei quali minorenne.

La polizia di Niscemi ha arrestato R. A., classe 2000, per rapina aggravata in concorso perpetrata unitamente ad un complice, datosi alla fuga, ai danni di un centro scommesse “Gold Bet”.

Nel pomeriggio di ieri gli agenti del commissariato guidato dal commissario capo Andrea Monaco, sono stati attirati dalle urla di un uomo in via Mario Gori, che dava l’allarme rapina, avvenuta poco prima all’interno del centro scommesse poco distante. Due individui armati di pistola e coltello si erano appena dati alla fuga in direzione di Via Kennedy dopo aver razziato l’incasso in contanti.

Partiti all’inseguimento, gli agenti hanno individuato due soggetti ancora incappucciati, uno dei quali è stata catturato grazie all’aiuto di un passante, un cittadino nigeriano che si è prodigato afferrando la mano del rapinatore.

Il giovane nonostante fosse scivolato per terra, ha tentato invano di reagire brandendo un coltello, ma è stato disarmato e smascherato. Durante l’arresto diverse banconote stropicciate e alcune monete per l’ammontare di circa 100 euro, sono cadute al rapinatore dal giubotto. Si trattava ovviamente di parte del provento della rapina.

Il giovane arrestato è condotto presso l’Istituto Penale per Minorenni di Caltanissetta, a disposizione della Autorità Giudiziaria competente.

Commenta su Facebook