Randagismo, il Comune firma protocollo d’intesa con le associazioni di volontariato

910

Si è tenuta nella sala gialla di Palazzo del Carmine una conferenza stampa sul protocollo d’intesa tra il Comune di Caltanissetta e le associazioni animaliste per la collaborazione alla prevenzione del randagismo, la promozione dell’adozione dei cani randagi ed il benessere degli animali d’affezione. Nel corso della conferenza stampa sono stati presentati il nuovo bando per l’affidamento del servizio di ricovero dei cani randagi da parte del Comune di Caltanissetta e il servizio ausiliario di vigilanza e controllo che sarà attivato in via sperimentale con le associazioni animaliste ed in particolare con le guardie eco-zoofile. Alla conferenza stampa erano presenti il sindaco, Giovanni Ruvolo, l’assessore Felice Dierna, i dirigenti comunali Giuseppe Intilla e Giuseppe Dell’Utri ed il comandante della Polizia Municipale, Diego Peruga. Tra le novità previste nella delibera del Comune l’incentivo a favore di chi adotterà un cane custodito presso il canile o nei rifugi convenzionati del Comune di Caltanissetta pari a 460 euro che saranno dati in parte all’adozione e in parte dopo 6 mesi alla verifica delle condizioni dell’animale. Ai volontari delle associazioni animaliste, inoltre, il compito di controllare la corretta modalità di tenuta degli animali (microchippatura, abbandono, maltrattamenti, obbligo del guinzaglio e/o museruola qualora le condizioni lo richiedono, decoro urbano con contrasto al fenomeno delle deiezioni su aree pubbliche non rimosse dai proprietari etc.) Tale “Servizio ausiliario di vigilanza e controllo nel territorio comunale per la prevenzione e la repressione degli illeciti in materi di tutela degli animali, contrasto del randagismo, tutela del decoro urbano” dovrà essere espletato per un periodo sperimentale di sei mesi. Per tale attività è previsto un rimborso delle spese. Tale attività potrà essere prorogata, al raggiungimento di effettivi obietti di contenimento contrasto del fenomeno del randagismo, su specifica relazione dei Dirigenti competenti in relazione ai dati presentati dall’associazione incaricata, il tutto al permanere delle condizioni finanziarie che garantiscono lo svolgimento dello stesso.

Commenta su Facebook