Rally di Caltanissetta. Vince Fabrizio La Rocca (Guarda la foto gallery)

844

Rally PartenzaLa Rocca vince e fa “tris” al Rally di Caltanissetta corsosi questo fine settimana nell’hinterland del capoluogo nisseno, gara valida quale ultima prova del Challenge Nazionale 8^ Zona. La gara, organizzata dalla Scuderia Caltanissetta Corse, in stretta collaborazione con l’Automobile Club Caltanissetta non ha tradito le aspettative di spettacolo ed agonismo con un testa a testa, soprattutto per la seconda e terza posizione, incerte sino all’ultimo passaggio. Se la prima prova ha infatti consentito a La Rocca di scavare un solco tra se ed i suoi avversari, per le altre posizioni la situazione si è poi definita solo alla fine. Ad insidiare la prestazione della potente Mitsu di La Rocca, “ma con oltre 400 kili in più da gestire”, dice l’alfiere della LB Tecnorally, i due “devils nisseni terribili” Roberto Lombardo ed Alessio Spiteri che con la rodata ma sempre affidabile Clio Williams preparata da papà Peppe hanno dato il massimo per dimostrare che di fegato ne hanno eccome per stare davanti, chiudendo davanti a La Rocca (dominatore di 6 delle 9 prove), il quinto, il sesto e l’ottavo passaggio, mettendo subito dietro Armaleo, Riolo e lo stesso La Rocca che saggiamente amministrava il vantaggio, nonostante i problemi di pescaggio al carburante della sua Mitsu.

“E’ stata una gara tutt’altro che semplice- dichiara La Rocca- il peso della mia Mitsu si è fatto sentire, soprattutto in discesa, dove abbiamo pagato un po rispetto alle altre vetture piccole che frenano prima della nostra, ma sono molto felice per aver bissato il successo dello scorso anno, ed arrivare così a tre vittorie nel rally di casa.”

La foto gallery di Pasquale Trobia

Terzo il trapanese Bartolo Mistretta navigato come sempre da Concetta Calvano che nonostante una scelta forse non azzeccata per via delle gomme a mescola più dura ha faticato non molto a tenere davanti agli altri il muso della New Clio. Proprio nell’ultimo passaggio Mistretta riesce a metter dietro l’altro protagonista del Challenge Armaleo, trovatosi sin da subito a suo agio sul percorso con la Clio Super 1600.

Quinta piazza assoluta per Salvatore Riolo, che navigato da Massimo Alduina, ha battagliato al “Caltanissetta” con una performante Peugeot 106 Rally di gruppo FA. “Una macchina perfetta da un punto di vista motoristico e telaistico, da continuare a sviluppare”. La prestazione di Riolo è stata però minata da noie al servosterzo che nell’ultimo tratto di ogni prova gli rendevano praticamente impossibile sterzare agevolmente.

Sesti assoluti l’equipaggio Correnti-Di Franco che hanno preceduto di pochissimo i nisseni “Luis” – Lo Verme protagonisti di una toccata in 3^ prova, autori di un gran recupero nella prova successiva in cui hanno abbassato il crono di oltre 30”, e che hanno concluso il rally nonostante un problema alla posteriore destra ereditato proprio dalla toccata precedente.

Degna di nota la prestazione del nisseno Carmelo Lanzalaco, da diversi anni lontano dalle scene e tornato in gara di casa insieme ad Antonio Marchica su una Clio RS Light di Classe N3.

Nono assoluto il mussomelese Salvatore Farina navigato da Giuseppe Centinaro sulla francese Saxò di Gruppo N2 che risolti i problemi di pressione delle coperture ha chiuso una gara in costante rimonta sui diretti avversari.

Decima piazza per i patannesi Tamburello- Stassi, che recuperato il gap di coperture per una errata scelta in prima prova hanno mostrato regolarità nella gestione della Clio R3C.

Il Rally di Caltanissetta si è disputato in condizioni di fondo viscido per buona parte delle due prove iniziali, per via della fitta nebbia calata sul percorso alle prime luci del mattino. L’asfalto scilovoso e le coperture non azzeccate per molti team hanno influenzato sin da subito il volto della gara. Per il resto gara asciutta ed organizzata in maniera come da tradizione ottimale. Per gli amanti delle statistiche l’albo d’oro del Rally di Caltanissetta vede tre vittorie a testa per Di Benedetto, Lombardo e La Rocca.

Classifica Assoluta: 1. LA ROCCA-TURRA (MITSUBISHI EVO X) in 39’01.5; 2. LOMBARDO-SPITERI (RENAULT CLIO W) a 48.0; 3. MISTRETTA-GALVANO (RENAULT NEW CLIO) a 1’10.1; 4. ARMALEO-ARMALEO (RENAULT CLIO) a 1’10.6; 5. RIOLO-ALDUINA (PEUGEOT 106 RALLY) a 1’32.5; 6. CORRENTI-DI FRANCO (RENAULT CLIO) a 2’06.2; 7. ” LUIS “-LO VERME (CITROEN SAXO) a 2’30.6; 8. LANZALACO-MARCHICA (RENAULT CLIO RS) a 2’52.9; 9. FARINA-CENTINARO (CITROEN SAXO VTS) a 3’05.7; 10. TAMBURELLO-STASSI (RENAULT CLIO) a 3’06.5;

Commenta su Facebook