Ragazza molestata presenta denuncia. La Questura: “La squadra mobile è a lavoro”

“In relazione all’articolo di cronaca pubblicato oggi da una testata giornalistica online, concernente l’aggressione di una ragazza di ventotto anni da parte di un uomo di trentaquattro, avvenuta sabato scorso, la squadra mobile nel pomeriggio di ieri ha rintracciato e sentito la presunta vittima per chiarire l’accaduto e definire la realtà dei fatti”. Lo riporta la Questura di Caltanissetta in una nota.

Il Questore Ricifari martedì scorso aveva tenuto una conferenza stampa nel corso della quale, nel ribadire l’importanza e il fondamentale ruolo della comunicazione, aveva sensibilizzato gli operatori dell’informazione a verificare sempre le notizie prima di pubblicarle, come peraltro imposto loro dal codice deontologico.

“Infatti – prosegue la nota – notizie non verificate e soprattutto riferite a particolari tipologie di reato o con l’indicazione delle presunte vittime e autori appartenenti a specifiche categorie, potrebbero ingenerare non solo allarme sociale e sentimenti di odio all’interno della popolazione, ma anche ostacolare l’attività di indagine e l’individuazione degli effettivi colpevoli, considerato che la ricostruzione finora riferita degli avvenimenti è tuttora oggetto di verifica ed approfondimento da parte degli inquirenti. Si soggiunge, infine, che nessuna distruzione o danneggiamento di bancomat è mai avvenuto e che non si sono verificati altri episodi denunciati o su cui siano intervenute Forze di Polizia; episodi, invece, che sono stati riportati da notizie sui social anche da addetti ai lavori o personaggi con ruoli pubblici”.

Commenta su Facebook