Raddoppio Ss640. Il sindaco Gambino incontra i vertici Anas. “Impegno per il cronoprogramma su cui vigileremo”

644

Il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, ha incontrato lunedì pomeriggio i vertici di Anas in Sicilia per fare il punto sui lavori di raddoppio della strada statale 640. Al centro dell’incontro anche gli interventi per l’ex Ss122bis, il progetto di ripristino del viadotto San Giuliano e i lavori per il bivio La Spia.

L’Anas con l’ingegnere Valerio Mele, coordinatore territoriale per la Sicilia, ha illustrato il cronoprogramma di lavori presentato dal contraente generale Empedocle2 per l’apertura al transito veicolare, entro la fine di giugno 2019, di cinque chilometri di strada che porterebbero a 20 (sui 28 complessivi previsti) i chilometri aperti del nuovo tracciato a quattro corsie. “Abbiamo preso atto di un cronoprogramma preciso delle opere da realizzare per il completamento della Ss640 – afferma a margine dell’incontro il sindaco Gambino -. Un insieme di lavori che richiede una tempistica certa e adempimenti da parte delle imprese affidatarie; aspetti su cui vigileremo costantemente. Prendiamo atto positivamente dell’impegno da parte di Anas a garantire la massima attenzione”.

Insieme al sindaco hanno partecipato all’incontro gli assessori Giuseppe La Mensa, Marcello Frangiamone, Grazia Giammusso e Luciana Camizzi. Per gli uffici era presente il dirigente della ripartizione Lavori pubblici, Giuseppe Tomasella. Per Anas erano anche presenti il responsabile progettazione e realizzazione lavori, Ettore De la Grennelais, il responsabile tecnico per le nuove costruzioni, Silvio Canalella ed il responsabile dell’alta sorveglianza, Nicola Montesano. Ha partecipato all’incontro il deputato nisseno, Giancarlo Cancelleri.

Il cronoprogramma presentato dal contraente generale ad Anas prevede entro la fine di giugno la riapertura di 5 chilometri tra la zona archeologica nei pressi dello svincolo per Delia, il tratto in corrispondenza di contrada Favarella fino all’imbocco della galleria artificiale Cozzo Garlatti e infine il tratto di contrada Santuzza/Arenella fino allo svincolo Caltanissetta nord (uscita Xirbi/Santa Caterina).

Per il viadotto San Giuliano è stata confermata l’intenzione di Anas di procedere all’abbattimento del vecchio manufatto e quindi alla realizzazione di un nuovo ponte con una struttura in ferro. Per i lavori di rifacimento dell’ex strada statale 122bis, da via Borremans allo svincolo Caltanissetta nord, è in corso un’interlocuzione tra Anas e ministero per il via libera ai lavori che ammontano a circa 3 milioni di euro.

 

Commenta su Facebook