Raddoppio Ss640, Anas sarà presente a conferenza sindaco Ruvolo

1651

Giovedì prossimo alle ore 10:00, nella Sala gialla di Palazzo del Carmine, il sindaco, Giovanni Ruvolo, l’assessore, Amedeo Falci, il direttore regionale dell’ANAS, Salvatore Tonti, e i responsabili della società Empedocle 2, terranno una conferenza stampa sullo stato dei lavori della bretella che congiunge Caltanissetta con l’autostrada A19 e sulle opere di compensazione per la SS640.
Il sindaco Giovanni Ruvolo lo aveva anticipato a Radio CL1 che nei prossimi giorni avrebbe organizzato una conferenza con numeri e dati inerenti i lavori per il raddoppio della SS640, le opere di compensazione, i tempi per concludere i lavori e per rispondere.
Portando al tavolo Anas ed Empedocle 2, sarà possibile anche conoscere cosa pensa il general contractor e l’ente appaltante degli enormi disagi subiti dalla popolazione e dalle imprese per la chiusura del tratto di bretella autostradale che congiunge con l’autostrada A-19. La strada alternativa obbligatoriamente da percorrere, infatti, non risulta adeguata a sostenere flussi di traffico così elevati, soprattutto in presenza di tutti i mezzi pesanti che dalle province di Agrigento e Caltanissetta devono raggiungere l’autostrada e viceversa.
Chi percorre quel tratto di strada quotidianamente, infatti, è ormai abituato ad assistere a sorpassi azzardati e manovre pericolose e non a caso si sono verificati decine di incidenti, piccoli e gravi, da quando la bretella della Ss640 è chiusa, ovvero settembre 2014.
Sarà anche interessante ascoltare le risposte di Anas alle pressanti domande poste dal consiglio comunale, in particolare dai gruppi PD e Forza Italia, sul perchè non siano state realizzate le strade di servizio lungo il cantiere, come avvenuto nel tratto agrigentino e del perchè non si siano per tempo adottate soluzioni alternative, come il senso unico sulla Ss640, per decongestionare la Ss626 attualmente utilizzata.
Infine perchè la Ss640 Dir e la Ss626 non siano state adeguate dall’Anas in termini di sicurezza, segnaletica e altre necessarie migliorie alla luce dell’intenso transito veicolare facilmente prevedibile.

Commenta su Facebook