Raccolti 65 mila euro per la gamba “bionica” del niscemese Antonio Cinquerrui. La solidarietà corre sul web

Antonio e la sua gamba bionica, comprata con crowdfunding web Mondo del web e solidarieta’ si intrecciano nella vita di Antonio Cinquerrui, 22 anni di Niscemi, nel Nisseno, che ora inizia a sognare una protesi bionica alla gamba destra. A giugno dello scorso anno il giovane niscemese aveva subito l’amputazione dell’arto destro a causa di un tumore che nel giro di 7 anni glielo ha divorato. Dopo qualche mese Antonio si e’ rivolto al mondo del web, alla piattaforma internazionale per la raccolta di fondi per raggiungere un obiettivo. Cosi’ il giovane ha raccolto la somma di circa 65mila euro per acquistare la protesi bionica. “Ho indossato per quattro giorni la gamba – ha raccontato all’AGI – e l’impatto e’ stato forte. Mi sono sentito realizzato. Ho ricevuto il sostegno di tantissime persone, anche coloro i quali mi hanno incontrato durante le mie lunghe cure”. Il ragazzo non si sente diverso dagli altri, sente anche lui di poter camminare su una gamba ‘propria’. “I tecnici – dice – mi  avevano detto subito che non si nota la differenza tra la gamba bionica e la mia. Sono contento, non vedo l’ora di camminare velocemente come tutti i miei coetanei” e mettersi alle spalle i sette anni di calvario vissuti tra un ospedale e l’altro. (AGI)

Commenta su Facebook