Raccolta differenziata. Cento multe in due settimane per l’errato conferimento a Caltanissetta

1392

Circa un centinaio di sanzioni in poco più di due settimane sono state elevate dalla Polizia municipale di Caltanissetta coadiuvata dal personale Dusty per l’errato conferimento dei rifiuti.

Al ritmo di circa 15/20 accertamenti al giorno gli agenti del comando di via De Gasperi hanno sanzionato diversi utenti per inosservanza dell’ordinanza sindacale 33 del 2018 che dispone le modalità di conferimento e gli orari. Dal 27 gennaio la raccolta porta a porta è stata estesa anche alle vie Due Fontane e Concetto Marchesi e la presenza dei cassonetti stradali è ormai limitata alle contrade e a pochi altri punti della città.

La maggior parte delle contravvenzioni sono state applicate per errato conferimento da parte di utenze condominiali nell’ambito di controlli congiunti tra Dusty e Polizia municipale facendo seguito ad un preciso intendimento dell’amministrazione comunale. Alcune sanzioni più gravi sono state elevate per abbandono di rifiuti. In questo caso si tratta di inosservanza del codice ambiente, una legge dello Stato che per i trasgressori prevede una sanzione amministrativa da 300 a 3mila euro. Negli altri casi le multe ammontano a 50 euro più le spese di notifica. Tra coloro che abbandonano i rifiuti anche alcuni residenti di paesi limitrofi che si liberano dei sacchetti una volta arrivati nel capoluogo.

“I controlli continueranno nei prossimi giorni. Rileviamo che ancora oggi le disposizioni sulla raccolta differenziata non vengono sempre rispettate. Si trovano ancora rifiuti indifferenziati dove invece ci dovrebbero essere materiali correttamente separati”, afferma il comandante Diego Peruga. Nei luoghi dove saranno rimossi gli ultimi cassonetti stradali verranno piazzate videocamere o fotocamere per sanzionare gli indisciplinati.

La raccolta differenziata in città a dicembre 2019 si attestava intorno al 50 percento, dato a cui va aggiunta la percentuale della grande distribuzione che conferisce tramite altre filiere e comunica i dati con una tempistica diversa. Si tratta di circa un 3 percento in più. L’obiettivo dell’amministrazione è quello di raggiungere il 65 percento entro la fine di febbraio, scadenza fissata per contratto con la Dusty, società che svolge il servizio settennale di raccolta e pulizia in città dall’1 marzo 2019.

Commenta su Facebook