Quota fissa in bolletta. Caltaqua replica ai comitati: “Non dipende dal consumo effettivo”

1017

In relazione all’iniziativa assunta dal Comitato Tutela Diritti di Mussomeli e dal Movimento Consumatori di Caltanissetta, Caltaqua ribadisce “la disponibilità a verificare eventuali criticità legate alle posizioni dei singoli utenti”.

Quanto all’ipotesi di richiesta di ricalcolo della quota fissa in misura proporzionale all’acqua effettivamente consumata, “il Gestore ritiene utile ricordare, e richiamare, la molteplicità di pronunce susseguitesi nel tempo, da parte dei vari Organismi ed Autorità, che ancorano la quota fissa della tariffa del servizio idrico integrato NON al consumo effettivo bensì alla predisposizione di reti, impianti e macchina organizzativa che hanno un costo indipendente dalla quantità di acqua erogata”.

Quanto al tema della continuità del servizio, “Caltaqua ha sempre ottemperato a quanto previsto dalla Carta del Servizio, non di rado facendosi anche direttamente carico di approntare servizi di rifornimento con autobotti, poiché la mancata erogazione della fornitura idrica nel tempo non è riconducibile a cause imputabili all’attuale Gestore”.

Commenta su Facebook