Qualità della vita. La provincia di Caltanissetta si piazza all’ultimo posto in Italia

3214

E’ stata pubblicata stamane l’annuale indagine del Sole24ore sulla qualità della vita nelle province italiane del 2019 con un risultato destinato a far schizzare in alto l’indicizzazione del nome di Caltanissetta a livello nazionale nei motori di ricerca. Perché seppur negativo quello della provincia è pur sempre un primato. La provincia di Caltanissetta si piazza infatti al 107° posto, ultima. Prima la provincia di Milano.

Tra i vari indicatori utilizzati dal quotidiano economico, quello di gran lunga peggiore è rappresentato dalla categoria “Affari e lavoro” dove la provincia nissena fa registrare un ultimo posto incontrastato. Non è comunque la prima volta poiché come sottolinea lo stesso quotidiano la provincia di Caltanissetta è stata ultima per quattro volte (nel 1995, nel 2000 e nel 2008) da quando viene effettuata la ricerca, per la prima volta pubblicata nel 1990. Si tratta di un arretramento rispetto al 2018 quando la provincia era al 100° posto in classifica, pur sempre saldamente tra le ultime.

Tasso di disoccupazione al 17,6 percento; disoccupazione giovanile al 44 percento; tasso di inattivi al 52 percento; alto tasso di differenze tra occupazione maschile e femminile e tante imprese in fallimento. Sono alcuni dei dati della macro categoria “Affari e lavoro” quella che più delle altre ha tirato a fondo la provincia del centro Sicilia che si difende solo nell’area “Giustizia e sicurezza” in cui figura al 48° posto, nella metà alta della classifica.

Ci sono poi “Cultura e tempo libero” dove la provincia si piazza al 104° posto; “Demografia e società” al °71 (ma all’ultimo posto per saldo migratorio interno); al 91° per “Ambiente e servizi” e all’84° per “Ricchezza e consumi”.

Commenta su Facebook