Qualità della vita, Caltanissetta penultima. In provincia ottengono buone performance solo giustizia, sicurezza e indici demografici

326

La provincia di Caltanissetta si piazza al penultimo posto della classifica sulla qualità della vita 2020 redatta dal Sole 24 ore (lo scorso anno era ultima). L’indagine di quest’anno è stata caratterizzata dagli effetti della pandemia da covid 19 con le ricadute nelle sei classifiche di settore: “Ricchezza e consumi” dove la provincia nissena è al 103° posto, “ambiente e servizi” al 107° e ultimo posto, “cultura e tempo libero” al 101°. Ultimo posto anche in “affari e lavoro”. Dati migliori che pongono la provincia nissena nella parte alta della classifica si trovano nelle dimensioni “Giustizia e sicurezza” (18° posto in graduatoria) e “Demografia e società” 14°. Nel settore affari e lavoro nel 2020 si registra un trend in crescita di imprese in fallimento e di cessazioni d’impresa oltreché una bassa quota di export sul pil prodotto. La provincia di Caltanissetta si caratterizza per il basso tasso di occupazione e per un significativo gap occupazionale tra uomini e donne. A penalizzare i nisseni nella dimensione “Ambiente e Servizi” è l’elevato numero di giovani che non studiano e non lavorano, i cosiddetti neet e la scarsa partecipazione alla formazione continua che denota un mondo del lavoro statico, non al passo con i cambiamenti. Tuttavia nella stessa macro area la provincia nissena ottiene punteggi elevati per la capacità d’intercettare fondi europei per l’ambiente e la prevenzione dei rischi (33° posto) così come nei fondi europei per l’agenda digitale ma anche in alcuni servizi di nuova istituzione per la pubblica amministrazione come la carta d’identità elettronica (23,4 quelle erogate per 100 abitanti). Ciò che dovrà far riflettere la classe dirigente del territorio è l’ultimo posto nell’indicatore che misura il numero di persone tra 25 e 64 anni con almeno il diploma di scuola superiore che sulla base dei dati Istat rielaborati per la ricerca sono solo il 41,8 percento.

Commenta su Facebook