Pugno a vigile urbano. Torna in libertà ambulante nisseno

463

Rimesso in libertà con obbligo di dimora in città. Così ha deciso il giudice monocratico Francesco D’Arrigo per il giovane ambulante di 25 anni, Luca Romano, protagonista di un acceso episodio con gli agenti della polizia municipale che gli avevano sequestrato un furgone di frutta e verdura poiché senza licenza. A riferire l’esito dell’udienza di convalida con cui si è aperto il processo per direttissima è il quotidiano La Sicilia in edicola oggi.

Il giovane era stato arrestato due giorni fa per resistenza, oltraggio e lesioni per aver sferrato un pugno ad un commissario della polizia municipale. Si è giustificato davanti al giudice non nascondendo le proprie responsabilità ma spiegando la propria rabbia per aver perduto la merce che aveva acquistato a credito. A chiedere la remissione in libertà il suo legale di fiducia, l’avvocato Giuseppe Dacquì. Il 25enne è così uscito dal carcere di via Messina dove ha trascorso una notte.

Commenta su Facebook