Provincie: Micciche'(Udc), riforma con cautela, rischio 'default' al contrario.

Gianluca Miccichè Udc“La riforma delle Provincie va affrontata con cautela, il rischio è quello di creare più enti, rispetto alle nove attuali provincie, di quanti ne esistano già”. Lo afferma, a margine di un incontro tra il presidente dell’Assemblea regionale Giovanni Ardizzone e gli amministratori locali della provincia di Caltanissetta, l’onorevole dell’Udc, Gianluca Miccichè.

“In questi anni, le burocrazie regionali e locali sono aumentate a dismisura, con il trasferimento di poteri e competenze dallo Stato alle regioni e al sistema degli enti locali. A tutto ciò non è corrisposta né una “cura dimagrante” da parte delle amministrazioni statali, né una cura di efficienza da parte delle nuove burocrazie, al contrario, è cresciuta la spesa corrente, sono cresciuti gli adempimenti e gli oneri a carico dei cittadini e delle imprese che oggi paghiamo anche in termini di competitività. E’ sicuramente necessario – conclude Miccichè – un ente intermedio ma si rifletta attentamente sulla sovrapposizione stessa delle competenze”.

Commenta su Facebook