Prove Invalsi boicottate anche alle superiori. A Caltanissetta assenze in massa

844

Dopo la scuola primaria anche le scuole superiori hanno boicottato le prove Invalsi, le batterie di test decise dal Ministero della pubblica istruzione e gestite dall’omonimo istituto.
Un milione di euro in fumo, o quasi, visto che il boicottaggio è stato praticamente a tappeto e la percentuale di chi ha svolto le prove non consente di rappresentare un campione significativo per le relative scuole d’appartenenza.
A Caltanissetta e provincia, praticamente tutte le seconde classi dei vari istituti hanno saltato le prove, assentandosi in massa. In realtà le assenze hanno riguardato anche altre classi che non erano interessate dalle prove. Per la giornata di martedì era stato anche indetto uno sciopero degli insegnanti dai sindacati autonomi, ma con una partecipazione bassa.
Le prove Invalsi sono andate a vuoto per quest’anno scolastico per quello che è stato definito “sciopero dei genitori”, almeno nel caso delle primarie. Per le superiori si può parlare di un più classico sciopero degli studenti, avvenuto però in modo coordinato e organizzato a livello territoriale e nazionale.

Commenta su Facebook