Protesta il mondo della Scuola. Riuscita manifestazione domenicale. (Foto gallery)

502

Protesta scuola - Prefettura, un docenteWeek end di protesta per la scuola siciliana e per quella nissena. Docenti, personale Ata e studenti, ma soprattutto insegnanti della scuola superiore di primo e secondo grado, hanno partecipato in massa domenica 11 Novembre, alle ore 10.00, davanti la Prefettura di Caltanissetta, suggellando così il “week end” di protesta che vede manifestazioni in tutto il territorio nazionale. Prolungamento dell’orario di lavoro (6 ore settimanali) senza alcun adeguamento dello stipendio, Decreto di legge Aprea sulla Scuola e una serie di novità in ordine a supplenze d’istituto hanno fatto scattare l’indignazione dei docenti delle scuole della Sicilia: “E’ ORA DI DIRE BASTA! LA SCUOLA SIAMO NOI! DIFENDIAMOLA DAGLI ATTACCHI CONTINUI DELL’ATTUALE GOVERNO E DI QUELLI PRECEDENTI”, questo lo slogan della manifestazione.
In sintesi i docenti rivendicano: No a qualsiasi aumento dell’orario docenti (in tal senso non appaiono ancora soddisfacenti le rassicurazioni del Ministro Profumo). La cancellazione del “Concorso truffa”. L’adeguamento dello stipendio alla media europea. Il ritiro immediato del D.L. 953 (ex legge Aprea). L’assunzione a tempo indeterminato sui posti vacanti e disponibili. Il riconoscimento degli scatti di anzianità bloccati. Il riconoscimento del diritto alle ferie non godute per i precari. La cancellazione delle norme sulla riconversione dei docenti soprannumerari nel sostegno. Il ridimensionamento del numero alunni per classe (No alle “Classi Pollaio”). Il riconoscimento delle spettanze contrattuali dovute e il rinnovo del contratto. La cancellazione delle norme sulle detrazioni economiche applicate ai giorni di malattia. Un serio programma di aggiornamento in servizio del personale. Lo stop al finanziamento delle scuole private a danno della scuola pubblica. Il diritto al pensionamento del 1° settembre 2013 dei docenti nati nel 1952 che hanno versato un minimo di 36 anni di contributi al 31.08.2012 (ex quota 96).

Scuola. Protesta davanti Prefettura

 

Domenica mattina, dopo l’inizio del presidio e del sit in davanti la Prefettura, una delegazione di insegnanti ha incontrato il Prefetto Carmine Valente che si è fatto interprete della rabbia dei docenti. A seguire il corteo, che si è snodato da viale Regina Margherita in corso Umberto e infine in Piazza Garibaldi, dove i manifestanti hanno sostato per un’altra ora illustrando ai cittadini passanti il lavoro mediamente svolto dal docente aldilà delle ore d’aula.

Commenta su Facebook