Pronto soccorso S.Elia: un reparto “polmone” per evitare le attese agevolando ricoveri e dimissioni

Un reparto “polmone” in ingresso e in uscita che servirà per dare respiro al pronto soccorso agevolando i percorsi dei pazienti ed evitare di stazionare in pronto soccorso in attesa di un ricovero o in reparto per le dimissioni. Sarà istituito nei prossimi giorni all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta su disposizione del direttore generale Alessandro Caltagirone.

“Come Asp di Caltanissetta – spiega il manager – abbiamo riscontrato da alcune settimane un sovraffollamento del pronto soccorso che sta registrando un numero elevato di accessi. Ciò coincide con la ripresa delle attività ordinarie, a maggior regime rispetto all’epoca piena del covid, e con un numero di posti letto ancora ridotto. Entro fine anno sarà sviluppata l’implementazione dei posti con il completamento della ristrutturazione di alcuni reparti. In attesa di ultimare tali lavori, per venire incontro alle esigenze di pazienti e operatori, ho dato mandato al Direttore di presidio di attivare, in un’ala del terzo piano dell’ospedale S. Elia, un reparto “polmone” in ingresso e in uscita che servirà per agevolare i percorsi dei pazienti ed evitare di stazionare in pronto soccorso in attesa di un ricovero o in reparto per le dimissioni. Vi sarà, infatti, qui uno spazio di degenza a gestione infermieristica con la presenza di operatori socio sanitari e con il supporto integrato dei diversi specialisti ospedalieri”.

Contestualmente nello stesso spazio è prevista una zona dove i pazienti già in dimissione potranno attendere il completamento delle attività ospedaliere necessarie prima del ritorno a casa, liberando il posto letto per un nuovo ricovero. Un modello organizzativo – assicurano dall’Asp – che sarà mantenuto anche in una fase successiva perché utile sul piano logistico per snellire i processi ed evitare attese sia all’ingresso in ospedale che all’uscita.

“Un modello che proveremo ad esportare anche a Gela. Ringrazio il responsabile del pronto soccorso e tutta la squadra. So che stanno ponendo tutti il massimo impegno per gestire l’elevato numero di pazienti – conclude Caltagirone -. Ci scusiamo altresì con i nostri utenti per il disagio rassicurandoli che stiamo ponendo in essere tutti gli accorgimenti per favorire un percorso di assistenza quanto più possibile agevole”.

Commenta su Facebook