Pronto soccorso e Cup. Vertici del Sant'Elia relazionano in commissione consiliare sanità.

446

Sesta Commissione e Vicedirettore Sant'EliaA seguito di una convocazione fatta al Direttore del presidio ospedaliero “Sant’Elia”, Raffaele Elia, questa mattina, a Palazzo del Carmine, la sesta Commissione permanente, nell’ambito delle proprie attività istituzionali, ha incontrato il Vicedirettore del nosocomio nisseno, Alfonso Cirrone Cipolla, per affrontare le problematiche riguardanti il CUP (Centro Unificato Prenotazioni) e il Pronto Soccorso.

Il Vicedirettore del “Sant’Elia”, nell’incontro, ha relazionato ai componenti della sesta Commissione, Davide Campisi, in qualità di Vicepresidente, Calogero Adornetto, Calogero Bellavia, Antonio Favata  e Lorenzo Tricoli e ai Consiglieri Comunali presenti Angelo Scalia e Leyla Montagnino, le iniziative che il presidio ospedaliero sta portando avanti per migliorare i servizi offerti. Nella specifico il dott. Alfonso Cirrone Cipolla ha dichiarato che, oltre alla già annunciata convenzione con Federfarma, la Federazione Nazionale titolari di Farmacie, affinché si possano effettuare le prenotazioni da tutte le farmacie che aderiranno all’iniziativa, l’ASP 2 sta predisponendo una piattaforma web, chiamata “cupweb”, al fine di rendere possibili le prenotazioni in via telematica anche da casa.

Per quanto riguarda  il Pronto Soccorso, il Vicedirettore del “Sant’Elia” ha illustrato le caratteristiche della nuova struttura da poco entrata in funzione, passata da 440 a 1100 mq, e aumentando di dieci nuovi posti letto l’OBI (Osservazione breve intensiva). Inoltre, lo stesso Alfonso Cirrone Cipolla, ha anticipato che da lunedì prossimo gli infermieri che lavoreranno al Pronto Soccorso aumenteranno di sei unità, passando dalle attuali ventitre a ventinove.

Al termine dell’incontro, i componenti della sesta Commissione permanente hanno ringraziato il Vicedirettore del “Sant’Elia” per aver risposto prontamente alla convocazione, fermo restando il fatto che, nell’ambito delle proprie attività istituzionali, resteranno sempre vigili sull’efficienza dei servizi offerti ai cittadini dal presidio ospedaliero nisseno.

Commenta su Facebook