Pronta la nuova centrale operativa della Polizia Municipale. 85 telecamere collegate e geolocalizzazione delle pattuglie

457

Video wall, software, cablaggi, connessioni, arredi. Stanno per essere completati gli ultimi collegamenti per la nuova centrale operativa del Comando della polizia municipale di via De Gasperi a Caltanissetta. La nuova sala implementa i servizi già in dotazione della centrale operativa con il sistema di videosorveglianza della città e consente un’integrazione di un maggior numero di interventi in tempo reale.

La videosorveglianza con operatore controlla le telecamere dislocate sul territorio urbano che al momento sono 85. A breve si aggiungeranno le immagini provenienti dalle telecamere di videosorveglianza della zona industriale ex Asi di Calderaro e quelle che la società Sis piazzerà nelle colonnine di ricarica dei mezzi elettrici. La nuova sala dà la possibilità agli operatori di radio-localizzare le pattuglie in modo da individuare la loro posizione in tempo reale e consentire interventi tempestivi quando necessario. Il sistema è anche collegato ad una memoria che registrerà tutte le chiamate in arrivo alla centrale.

“Abbiamo la possibilità da remoto di vedere dove si trovano le pattuglie, di verificare in diretta se c’è un incidente stradale, seguire una manifestazione pubblica con le videocamere – spiega il comandante Diego Peruga -. Possiamo rispondere all’esigenza di controllare cosa accade in un incrocio e di approntare interventi rapidi, efficienti e precisi con risparmio di energie e risorse e più sicurezza per il cittadino”.

Il sistema può inoltrare segnalazioni ad altri organismi ed enti come la Dusty, Caltaqua, Enel, Telecom nel caso di guasti e inconvenienti e rende possibile un monitoraggio del territorio anche senza la presenza fisica nei casi di interventi di protezione civile.

La nuova sala operativa sfrutta la connessione in fibra ottica e una serie di collegamenti open fiber a cui è stata agganciata la videosorveglianza. Le immagini sono condivise con le altre forze di polizia.

Commenta su Facebook