Project work, tirocinio per i rifugiati da Caltaqua

823

Project work”, Caltaqua apre le porte a due giovani pakistani ospiti dello sprar. Passa anche dagli uffici e dalle strutture di Caltaqua il processo integrazione nell’ambito di uno specifico progetto di accoglienza destinato ai rifugiati e richiedenti asilo.
Sono due, infatti, i giovani – entrambi pakistani – che da qualche giorno stanno svolgendo presso gli uffici centrali di Caltaqua, a Caltanissetta, il “Project work” gestito per conto dell’Amministrazione comunale del capoluogo dall’Associazione “I Girasoli”. Si tratta di un progetto della durata di tre mesi, destinato ai migranti ospiti degli Sprar – le strutture di accoglienza allestite col sostegno del Ministero dell’Interno nell’ambito del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati volto alla loro socializzazione anche in contesti lavorativi e produttivi.
Per Caltaqua – si legge in una nota – si tratta di un ulteriore passo lungo quel virtuoso percorso di responsabilità sociale e di costante attenzione al territorio ed alle sue migliori energie che, sin dall’inizio, ha connotato l’azione del gestore del servizio idrico”.
Una prima “presa di contatto” con la realtà del sistema lavorativo europeo che avviene sempre con la supervisione dei tutor del progetto e, comunque, in un contesto guidato e protetto anche alla luce della specificità degli ospiti, assai spesso uomini e donne in fuga dai loro Paesi di origine per scampare a vessazioni e persecuzioni per motivi etnici, religiosi e politici.

Commenta su Facebook