Progetto Meteor al Cefpas: quando e perché medici e infermieri cambiano o lasciano il lavoro

La carenza di medici e infermieri è un fenomeno allarmante in Europa, in quanto compromette la capacità dei servizi sanitari di offrire assistenza di qualità. Il fenomeno è divenuto particolarmente grave negli ultimi due anni, in quanto la gestione dei pazienti Covid-19 ha posto notevoli pressioni sul personale in servizio presso tutti gli ospedali aumentando il rischio di burn-out, riducendo la soddisfazione lavorativa e determinando un aumento dell’intenzione di lasciare il lavoro per andare in altra struttura o in pensione. Secondo la Società italiana della medicina di emergenza-urgenza (Simeu), sono circa 600 i medici dell’emergenza e urgenza che nel 2022 hanno scelto di dimettersi dai pronto soccorso. Un’altra ricerca rileva che circa il 60% degli infermieri ha avuto problemi di stress. In questo scenario, si colloca la survey online del Progetto METEOR, che ha la finalità di migliorare la salute mentale e il benessere di medici e infermieri dei quattro paesi partner del progetto (Belgio, Italia, Paesi Bassi e Polonia), di capire e studiare i motivi che portano il lavoratore a intraprendere determinate scelte e di approfondire la relazione tra l’intenzione di lasciare o cambiare lavoro, la soddisfazione e il burnout del personale sanitario in Europa.

METEOR è un progetto finanziato dall’Unione europea che ha l’obiettivo di creare strumenti di analisi, valutazioni e politiche aziendali efficaci in tema di mantenimento e accrescimento della forza lavoro sanitaria. ll CEFPAS è tra i partner del progetto METEOR con l’Università di Ku Leuven di Bruxelles (ente capofila), l’Università degli Studi di Palermo (Dipartimento di Scienze per la promozione della salute), l’ospedale olandese di “Spaarne Gasthuis” e l’Università Medica della Slesia (Polonia).

Quest’indagine, avviata da qualche settimana, promossa dal partner Unipa, è rivolta a due target. “Nell’ambito del progetto METEOR, l’Università degli studi di Palermo coordina due indagini online – spiega Domenica Matranga, professore Ordinario di statistica medica presso l’Università degli Studi di Palermo -. La prima si rivolge ai medici e infermieri in servizio presso otto ospedali dei quattro paesi partner del progetto: Belgio, Italia, Paesi Bassi, Polonia. Si tratta di un ospedale universitario e di un ospedale non universitario per ciascun Paese. Per l’Italia, abbiamo selezionato il Policlinico Paolo Giaccone di Palermo e il San Giovanni di Dio di Agrigento. Di questi soggetti cerchiamo di misurare il loro benessere lavorativo, chiediamo loro se siano soddisfatti del proprio lavoro e se abbiano intenzione di lasciare il loro lavoro in ospedale. La seconda indagine – continua la professoressa – si rivolge ai medici e infermieri che hanno lasciato il proprio ospedale nell’ultimo anno. In questo caso, la popolazione esaminata è quella di tutti gli ospedali dei quattro paesi partner. A questi soggetti chiediamo quali sono state le motivazioni che li hanno indotti a cambiare lavoro e se siano soddisfatti della loro nuova condizione”.

Per partecipare all’indagine online bastano pochi minuti. I destinatari sono MEDICI o INFERMIERI che recentemente hanno cambiato o cessato lavoro. Si può partecipare cliccando su https://meteorproject.eu/survey-italy/.

Per saperne si può visitare il sito www.meteorproject.eu e la pagina Facebook di METEOR https://www.facebook.com/meteorproject.eu.

Commenta su Facebook