Processo Montante, il pubblico ministero chiede una pena di 11 anni e 4 mesi

Il pubblico ministero ha chiesto la pena di 11 anni e 4 mesi di carcere per Antonello Montante, l’ex presidente degli industriali siciliani sotto processo per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, favoreggiamento, rivelazione di segreto d’ufficio e accesso abusivo al sistema informatico.

La richiesta è stata formulata al termine della requisitoria del procuratore generale al processo d’appello che si celebra con il rito abbreviato e quindi a porte chiuse nell’aula bunker del carcere

Malaspina di Caltanissetta. Montante non era presente in udienza perché in quarantena ad

Asti dove ha l’obbligo di dimora. Per la Procura generale i motivi d’appello presentati dai legali di Montante, gli avvocati Giuseppe Panepinto e Carlo Taormina, sarebbero “infondati”. I pm di primo grado avevano chiesto la condanna a 10 anni e sei mesi e poi Montante fu condannato a 14 anni.

Commenta su Facebook