Primo premio nazionale "Didattica della Chimica" per l'ISS “L.Russo” di Caltanisssetta

662

Nei giorni 11 -12- 13 Ottobre 2013 si è svolto a Napoli presso il dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli – Federico II – il XVIII Congresso Nazionale di Didattica della Chimica dedicato all’insegnamento della Chimica tra Scuola e Università. La prof.ssa Alessandra Belvedere, docente di Chimica presso I.I.S.S. “L. Russo” di Caltanissetta, ha svolto una relazione sul tema “L’utilizzo della quota di autonomia a scapito della chimica” sottolineando come troppe volte le scuole (non solo in Sicilia!) decurtano in modo abnorme, illegale, gli spazi destinati alla chimica .

La Divisione di Didattica della Società Chimica Italiana, ha indetto un concorso per il miglior poster realizzato con la collaborazione documentata degli alunni. Al concorso hanno partecipato 22 istituzioni scolastiche del I e II ciclo alcune delle quali si sono servite anche dell’apporto di docenti universitari, specialisti in didattica della chimica, per la realizzazione dei lavori presentati al Concorso.

Il primo premio è stato attribuito al poster realizzato dalla prof.ssa Belvedere e dai suoi alunni delle classi III A e III B dell’IISS “L. Russo” indirizzo Chimica, Materiali e Biotecnologie dal titolo “Raccontiamo L’Ibridazione del Carbonio negli Alcani, Alcheni e Alchini”. Una scommessa vinta: raccontare un argomento difficile creando un fumetto e facendo divertire i propri alunni. L’attività didattica ha avuto inizio con la presentazione dell’argomento base della chimica organica, quindi sono stati schematizzati tutti i passaggi necessari per l’acquisizione e rielaborazione dei concetti relativi all’ibridazione del carbonio negli alcani, alcheni e alchini e per sviluppare la capacità espositiva e descrittiva è stato affidato agli alunni il compito di scrivere ciascuno un proprio racconto in un giorno. Sono stati formati 7 gruppi eterogenei composti da 4 alunni in ciascuna classe per formulare, dopo lettura dei singoli racconti, un unico elaborato. Ciascun lavoro di gruppo è stato analizzato dal gruppo-classe e dopo ampia discussione, ciascuna classe ha elaborato il racconto della classe IIIA e della classe IIIB sull’ibridazione del Carbonio. Questa esperienza ha permesso a ciascun ragazzo di sentirsi protagonista nel processo di apprendimento e di far emergere anche altre qualità. In particolare sono emerse le doti dell’alunna Sara Lentini che assieme alla sua classe, la IIIA, ha realizzato il fumetto sull’argomento, impressionando per la bellezza dei disegni realizzati, mentre l’alunno Simone Lunetta ha realizzato il testo sulla falsa riga della saga di Harry Potter. Gli alunni della classe III B hanno realizzato un racconto in cui il protagonista, un nonno – scienziato – spiega ai suoi due nipotini la storia animata dei legami tra gli atomi di carbonio e gli atomi di idrogeno.

Guarda il progetto in PDF

La scuola ha ricevuto in premio una bilancia Tecnica donata dalla Gibertini Elettronica s.r.l. per il laboratorio di chimica e i libri per la professoressa e per gli alunni.

Gli alunni che hanno partecipato al progetto sono:

Classe III A: Amico Manuela, Bancheri Janira, Bruno Marta, Capizzi Greta, Congiu Kevin, Costanza Paola, D’Ambra Sabrina, Dell’Aira Christian, Dell’Ajra Clelia, Fasciana Giuseppina, Galesi Francesca, Giardina Ilenia, Gueli Erika, Lana Federica, Lentini Sara, Lo Manto Alessia, Lunetta Simone, Mounir Adham, Parrinello Graziano, Pullara Francesca, Romano Chiara, Scarlata Federica, Sillitti Elena, Vancheri Sharon, Ventura Caterina, Vilardo Matteo.

Classe III B: Alloul Soukaina, Bivona Andrea, Condemi Federico, Di Piazza Giulia, Di Prima Mattia, falduzza Mara, firrigno Giorgia, Fontana Flavia, Gallo Daniela, Gentile Piermattia, Giambra Pia Aurora, Guagenti Matteo, Lauricella Martina, Leonardi Giulia, Li Volsi Daniele, Lo Bue Martina, Maira Matteo, Milano William, Mosca Mattia, Pepe Santino, Polizzi Roberta, Provenzano Giovanni, Salvaggio Simona, Sportato Andrea, Tommaso Federica, Turco Giampaolo, Vullo Antonio.

Commenta su Facebook