Prg partecipato. Parco Balate e luoghi di aggregazione le istanze dei residenti all’Amministrazione

481

Migliori collegamenti con il resto della città, la realizzazione del parco Balate e una piazza, quale luogo di aggregazione sociale. Sono alcune delle proposte emerse durante la prima assemblea cittadina per il Piano Regolatore partecipato convocata lunedì pomeriggio nei locali della Parrocchia San Marco dal comitato di quartiere Balate-Pinzelli, nell’ambito dell’iniziativa messa in campo dal Comune di Caltanissetta che toccherà tutti i quartieri della città.
Erano presenti numerosi residenti del quartiere ed i rappresentanti del comitato, presieduto da Carmelo Bosco. Per l’Amministrazione c’erano il sindaco, Giovanni Ruvolo, l’assessore alla Viabilità e Vivibilità, Giuseppe Tumminelli, il dirigente del settore Urbanistica, Giuseppe Dell’Utri e la presidente della II Commissione consiliare Giada Ambra. Presenti anche diversi consiglieri comunali.
Per la realizzazione del parco Balate, opera chiesta a gran voce dai residenti, il Comune ha redatto un progetto preliminare che ammonta a 1 milione e 200 mila euro (600 mila euro il primo stralcio finanziabile) per il quale sarà presentato un elaborato definitivo entro il mese di maggio a valere su una misura di finanziamento regionale per la riqualificazione di aree a verde. Il progetto – ha spiegato il dirigente all’urbanistica Giuseppe Dell’Utri –  prevede la realizzazione di un parco suddiviso in tre aree. Una dedicata agli orti urbani, un’area barbecue e un percorso benessere.
L’Amministrazione ha anche comunicato che è stato giudicato ammissibile a finanziamento (e dovrà adesso andare al vaglio dell’Assessorato) il progetto per la realizzazione della pista ciclabile sperimentale che sarà innestata nella viabilità esistente in contrada Balate tra le vie Romita, Ferdinando I e Trigona della Floresta nell’ambito dell’avviso 9.6.6 emanato dall’Assessorato regionale della Famiglia e finanziato dal Fesr 2014/2020.
«E’ stato un incontro straordinario – afferma il sindaco, Giovanni Ruvolo -. E’ importante dare un’identità a questo quartiere con un parco e una piazza che diventino luoghi di aggregazione e di sviluppo commerciale. I tecnici presenti hanno rilevato queste esigenze. Da qui parte il confronto con i cittadini per sintetizzare un’idea complessiva di città».
A prendere la parola per il comitato di quartiere Balate-Pinzelli è stato il presidente Carmelo Bosco. «In passato questa città ha visto un’anomala espansione e oggi è sovradimensionata. Non si devono più realizzare aree costruttive, bensì recuperare e valorizzare quello che c’è» afferma Bosco che in relazione alle esigenze del quartiere elenca la realizzazione del parco Balate, di una pista ciclabile e di una piazza. «Quando è stato progettato il quartiere Balate-Pinzelli – afferma – non si era pensato ad una piazza. Quindi abbiamo chiesto all’ufficio tecnico di trovare un’area in cui realizzare una piazzetta che renda più godibile il quartiere».
A fare una sintesi dell’incontro è l’assessore all’urbanistica, Giuseppe Tumminelli. «I residenti del quartiere sollecitano determinati interventi in sede di revisione del PRG circa le aree a verde, le zone commerciali, i punti di aggregazione, che mancano – spiega l’assessore -. Sarà nostro compito fare una sintesi di tutte le proposte pervenute oggi e accogliere le istanze programmando zone di aggregazione sociale per i residenti».

Commenta su Facebook