Previdenza per i forestali, Pignatone: “Impegno anche per le Regioni a statuto speciale come la Sicilia”

“Un impegno, quello per il riconoscimento dei diritti del personale dei Corpi Forestali regionali, che continua anche in Legge di Bilancio e tocca da vicino centinaia di lavoratori e famiglie siciliane. È stato, infatti, depositato alla Camera un emendamento del MoVimento 5 Stelle per riconoscere il trattamento previdenziale, ora previsto solo per le altre Forze di Polizia, anche per i dipendenti dei Corpi Forestali delle regioni a statuto speciale. Oltre alla Sicilia, sono interessate dalla misura le Regioni Sardegna, Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta e le Province autonome di Trento e Bolzano”. Così il deputato Dedalo Pignatone, esponente M5S in commissione Agricoltura e promotore insieme al deputato Manca dell’emendamento che riprende la proposta di legge che ha iniziato il suo percorso nelle commissioni Affari Costituzionali e Difesa della Camera.

“I Corpi Forestali regionali – spiega Pignatone – svolgono compiti di estrema rilevanza e hanno le medesime funzioni di altre Forze di polizia per la prevenzione e la repressione dei reati, la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Nostro dovere è tutelare queste figure. Con questo emendamento modifichiamo l’articolo 19 della legge 4 novembre 2010, n. 183, che prevede che gli organici dei Corpi Forestali delle regioni a statuto speciale siano equiparati alle altre Forze di Polizia e armonizza la disciplina ai requisiti per l’accesso al pensionamento e, infine, individua le risorse finanziarie necessarie all’equiparazione proposta”.

“Ci auguriamo che vi sia la convergenza di tutti gli esponenti politici delle regioni a statuto speciale per difendere i diritti di questi lavoratori” – conclude Pignatone.

 

Commenta su Facebook