Presidente e soci di Etnos pronti alle dimissioni contro la burocrazia e per la dignità del lavoro sociale

Presidente soci e dipendenti della cooperativa sociale Etnos scendono Giovedì prossimo in strada davanti la Prefettura per protestare contro un sistema burocratico che non consente di esercitare con serenità e dignità il lavoro sociale in Sicilia.

“ Dimettiamoci Tutti” è la pacifica protesta che tutti i lavoratori della cooperativa sociale Etnos organizzano per giovedì 26 maggio 2022 alle ore 18.00 davanti la prefettura di Caltanissetta.

La protesta è una provocazione contro un sistema burocratico che non consente di esercitare con serenità e dignità il lavoro sociale in Sicilia.

La protesta è rivolta essenzialmente a denunciare con forza:

  • la mancata applicazione del D.lgs 9 novembre 2012, n. 192– che ha recepito la direttiva comunitaria n. 2011/7/UE- sulla materia che impone il pagamento dei servizi forniti alle Pubbliche amministrazioni entro 30 giorni.
  • Impossibilità di comunicazione con gli uffici di Riscossione Sicilia Palermo e mancata tracciabilità delle pratiche e delle richieste. Non esiste un protocollo trasparente e risulta impossibile ogni contatto telefonico.
  • Mancato accoglimento da parte di Riscossione Sicilia dei crediti certificati dal MEF e quindi non applicabile la compensazione crediti e debiti della PA.

La manifestazione rappresenta una protesta per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori sociali e della dignità dei professionisti nel comparto socio sanitario, e le evidenti difficoltà di fare impresa sociale in Sicilia, e spronare la POLITICA alla tutela dei diritti delle persone e dei lavoratori del comparto sociale.

La cooperativa sociale Etnos invita alla protesta enti sociali e altre istituzioni che non intendono cedere al favore per la tutela dei propri diritti.

Davanti al Prefetto, Fabio Ruvolo consegnerà simbolicamente le dimissioni da presidente della Cooperativa Sociale Etnos.

Commenta su Facebook