Premio “Torrone d’oro” ad Attilio Bolzoni e Mirco Scarantino. Domenica la consegna a Palazzo Moncada

290

Un riconoscimento a due figure che hanno contribuito a promuovere il nome della città nissena a livello nazionale ed internazionale. Il sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, consegnerà il “Torrone d’oro” al giornalista Attilio Bolzoni e al campione di pesistica Mirco Scarantino, impegnato in questi giorni nei campionati italiani di pesistica olimpica in corso a Caltanissetta. “Due premi legati uno all’impegno civile e l’altro ai meriti sportivi a due personaggi illustri della città di Caltanissetta”, afferma il sindaco, Giovanni Ruvolo, invitando la cittadinanza a partecipare all’incontro che si terrà nella sala Oratori di Palazzo Moncada domenica 16 dicembre alle 11.

Sabato mattina il primo cittadino nisseno insieme all’assessore alla Città vivibile del comune di Cremona, Barbara Manfredini, ha tagliato il nastro per l’inizio ufficiale del festival del Torrone di Caltanissetta. Già venerdì mattina gli espositori hanno aperto i battenti mentre la cerimonia d’inaugurazione è stata celebrata sabato in coincidenza con l’inizio delle attività di animazione, spettacoli musicali e coreografie di danza in corso Umberto. La premiazione di Bolzoni e Scarantino domenica mattina sarà preceduta alle ore 10 dallo show cooking in corso Umberto con la degustazione di caramelle e dolciumi. A palazzo Moncada alle 12,00 andrà in scena “La disfida delle due C: Caltanissetta e Cremona” in cui una giuria di giornalisti e gourmet comparerà le specialità di torrone nisseno e cremonese e decreterà un vincitore.

Domenica pomeriggio alle 16,00 una gigantesca scultura di torrone alta sei metri raffigurante la nostra nazione, l’Italia, sarà realizzata dai maestri torronai. Al termine è prevista la degustazione gratuita per i partecipanti.

Tra gli altri eventi in programma lo spettacolo finale delle fontane danzanti, domenica alle 19,30 in piazza Garibaldi. Uno show unico in grado di emozionare e stupire con stupende scenografie di acqua e fuoco sincronizzate con suggestive colonne sonore per celebrare nel giusto modo la chiusura del festival.

Commenta su Facebook