Precari, Crocetta scrive a Letta: "Contro le ingiustizie, giuste le proteste di piazza"

420

Crocetta Rosario PresidenteIl Presidente Crocetta scrive a Letta sul problema dei precari, lamentando l’approvazione di un emendamento che stabilizza i precari in Calabria, mentre in Sicilia si stanno operando tagli di oltre 300 milioni di euro per procedere eventualmente alle proroghe e annuncia di poter scendere in piazza insieme ai precari. “I provvedimenti di legge – scrive Crocetta al premier – o sono uguali per tutti o sono iniqui. Così si e’ verificato ieri sui precari al Senato, quando e’ stato approvato un emendamento sui precari calabresi”.

“Cosa racconterò ai precari siciliani che aspettano da 25 anni di risolvere il loro sogno? che c’è un governo che ai loro colleghi calabresi dà di più e rende immediatamente possibile la stabilizzazione, mentre in Sicilia dovremo fare gli acrobati attraverso una legge ispirata a una circolare del Ministero della Funzione Pubblica, che potrà far assumere i precari siciliani in numero ridotto rispetto ai calabresi e lo farà a spese della Regione”. “Da Presidente – conclude Crocetta – non ho mai condiviso le proteste di piazza, ma credimi, quando si deve combattere contro le ingiustizie formali e sostanziali, è giusto che ognuno di noi riprenda il ruolo di cittadino per esprimere la propria indignazione”.

 

Commenta su Facebook