Potenzialità non sfruttate e pericolosità non rimosse. La commissione interroga sui campetti “Michele Amari”

“Un impianto che si può considerare un piccolo “gioiellino” ma che oggi è sicuramente sottoutilizzato rispetto alle sue enormi potenzialità”.

La V commissione consiliare, presieduta da Francesco Dolce e composta dai consiglieri Delpopolo, Giugno, Maira, Bruzzaniti, Bellavia e Romano ha presentato un’interrogazione consiliare avente ad oggetto l’impianto polifunzionale “Michele Amari” di via Portella della Ginestra, nei pressi di via Turati.

L’impianto polifunzionale, al cui interno si possono praticare svariati sport (calcio a 5, tennis, basket, pallavolo), viene oggi utilizzato da associazioni che svolgono una più che meritoria attività di natura sociale rivolta alle fasce deboli.

“Pur tuttavia – rileva la commissione – considerate le enormi le potenzialità della struttura, ritenendo che il “M. Amari” potrebbe divenire un importante punto di riferimento per tutti gli sportivi nisseni, è necessario comprendere quale sia l’intendimento dell’amministrazione per consentire ai nisseni di fruire, agevolmente e costantemente, dell’impianto”.

I consiglieri chiedono all’amministrazione se sia stata valutata la possibilità di procedere ad un affidamento esterno, mediante le procedure previste dal regolamento per l’uso degli impianti, approvato dal consiglio comunale nel settembre 2016.

La commissione ha inoltre richiesto di conoscere il numero di utenti e le somme incassate dal comune, nonché le spese di gestione affrontate dall’ente nel 2015 e nel 2016.

Infine la commissione sport e cultura ha segnalato la pericolosità del muretto perimetrale del campo di calcio a 5, nonché dei pali della luce ivi collocati, richiedendo all’amministrazione di provvedere, in tempi rapidi, all’acquisto ed al collocamento di protezioni adeguate.

Commenta su Facebook