Pool promozione in serie B. Nissa Rugby si aggiudica l'andata del derby siciliano

681

La Nissa Rugby asd si aggiudica il primo derby siciliano di andata della pool promozione di serie B. Lo scenario presentatosi allo stadio della cittadella universitaria non era dei migliori viste le abbondanti piogge, infatti il manto erboso si presentava ai limiti dell’impraticabilità per le gradi pozze d’acqua all’interno del rettangolo di gioco e per il fango che impediva la visione delle linee del campo.
Al fischio d’inizio la Nissa parte subito forte, dominando per l’intero primo tempo. Al 4′ calcio di punizione di Gorgone 0 a 3, al 7′ risponde il Cus con un calcio punizione pareggiando i conti, 3 a 3. Al 13′ metà di Di Maura, con una bella giocata della trequarti, che però non viene trasformata, portando il punteggio sul 3 a 8. Al 24′ calcio di punizione realizzato Gorgone, 3 a 11. Al 32′ metà Cus che riesce a trasformare anche il piazzato, riportando il punteggio a10 a 11, al 38′ metà di Strazzeri che viene trasformata da Gorgone che riporta la Nissa avanti di otto punti, 10 a 18 che chiude il primo tempo.
Il secondo tempo si apre al 6′ con un calcio Cus che accorcia le distanze portando il punteggio a 13 a 18. Da lì in poi ben poco da portare in nota se non due calci non realizzati dalla Nissa e uno dal Cus, nulla hanno potuto fare neanche i ragazzi della 18 elite, ex accademia, che finora avevano reso difficile la vita a ogni squadra avversaria incontrata, ma nulla hanno potuto questa volta contro una Nissa Rugby grintosa e determinata, la partita si chiude col punteggio finale di 13 a 18.
Partita vinta sotto il profilo tecnico e di carattere, atteggiamento e carattere, era questo quello che i tecnici chiedevano alla squadra ed è quello che la squadra ha dato. Dal punto prettamente tecnico, ottimo il pacchetto di mischia, sia in mischia chiusa sia in rimessa laterale e ottimi tre quarti che cercano di concretizzare quando gli è possibile, anche se due calci nel secondo tempo e, un’azione di meta sicura, interrotta dal fischio con un pallone visto andare fuori dall’arbitro (che invece era nettamente dentro, solo che il fango non permetteva di vedere la linea del fuori) avrebbero permesso un divario più ampio.
Adesso la Nissa si gode la meritata vittoria e aspetta di giocare l’8 marzo al “Marco Tomaselli” contro le Tigri di Bari.
“La società ringrazia tutti i sostenitori che da Caltanissetta sono venuti al campo per sostenere la squadra, per la fotografa di Mariagrazia Schiros che con i suoi scatti ha immortalato dei momenti memorabili e tutte le società di rugby siciliane per la vicinanza mostratasi per questo derby. Mi preme sottolineare, dichiara Capitan Strazzeri, in primis che la squadra era pronta a giocare questa partita, al momento della decisione da prendere per giocarla o meno, a causa delle condizioni pessime del campo, ho dato parere negativo con molto rammarico in quanto, data l’importanza del match, non volevo si potesse compromettere il risultato finale per un qualche errore arbitrale poiché per lo più le linee di meta e quelle di touche non esistevano più e per preservare l’incolumità dei giocatori in campo. Premesso quanto detto, continua Strazzeri, sono molto contento del risultato e di come abbiamo affrontato l’intera gara, attitudine e aggressività in ogni reparto. Adesso dobbiamo pensare a lavorare ancora per migliorarci e affrontare al meglio tutte le restanti partite”.
 

Commenta su Facebook