Ponte chiuso e nessuna risposta ai residenti dall’ex Provincia. Il consigliere Aiello presenta un’altra interrogazione

165

Al Consiglio Comunale di Caltanissetta si ritorna a parlare del disagio patito da centinaia di famiglie nissene residenti tra Contrada Niscima e Contrada Serra dei ladroni, costrette a dover percorrere giornalmente numerosissimi chilometri in più a causa della chiusura del ponticello posto sul fiume Niscima.

A tenere vivo l’argomento è il capogruppo della Lega, Oscar Aiello, che durante l’ultima seduta di Question Time ha esposto una seconda Interrogazione per essere aggiornato sulla riapertura del ponte di collegamento tra Contrada Serra dei ladroni e Contrada Niscima, ponte chiuso in via precauzionale dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova ed abbandonato a se stesso.

“E’ assurdo che dopo oltre 2 anni dalla sua chiusura su quel ponte non sia mai stata eseguita una prova di carico, ne altra verifica tecnica di stabilità”, dichiara Oscar Aiello, che aggiunge:“Prendiamo inoltre atto dall’Amministrazione Comunale che l’ex Provincia, proprietaria del ponte, non ha mai fornito alcuna risposta: un silenzio mortificante. Nel frattempo gli abitanti delle contrade limitrofe – afferma il Consigliere Aiello– continuano a subire disagi e nessuno fa qualcosa per risolvere il problema. Che si abbia il coraggio di dire a quei cittadini la verità, si accerti tecnicamente se quel ponte è davvero pericoloso e se così è si abbatta, poi si ricostruisca subito. In caso contrario – conclude Oscar Aiello– il ponte va riaperto immediatamente. In ogni caso si chieda scusa a quei nisseni, è assurdo chiudere un ponte per anni senza concrete motivazioni tecniche”.

Commenta su Facebook