Polo Oncologico San Cataldo, Pagano: “DG Caltagirone sta dimostrando serietà. Sinistra e 5 Stelle remano contro”

“È stata pubblicata sull’albo pretorio dell’ASP di Caltanissetta domenica 5 dicembre us, la delibera n. 3131 con la quale il Manager dell’ASP di Caltanissetta Ing. Alessandro Caltagirone intende procedere alla riqualificazione e all’ammodernamento dei servizi di radioterapia oncologica, attraverso l’acquisizione di una tecnologia di ultima generazione per il Servizio di Radioterapia del Presidio Ospedaliero di San Cataldo. La nuova dotazione comprenderà un Acceleratore Lineare per uso medicale, dotato di sistema integrato per radiochirurgia e per trattamenti avanzati di radioterapia che consentiranno al paziente di preservare al massimo i tessuti sani durante le prestazioni sanitarie.
Con questo primo atto, il Direttore Generale dell’ASP, mantiene dunque fede alle promesse fatte nei mesi scorsi, con ben due articoli sui giornali locali, e colloca la prima pietra dell’Oncology Care, definito da denigratori professionali “un progetto faraonico”. Ma Alessandro Caltagirone, così come tutti coloro che ricercano il bene comune, sta dando dimostrazione che i fatti sono più forti delle calunnie”.
Così esordisce Alessandro Pagano, Vice Capogruppo della Lega a Montecitorio.
“Mi dichiaro soddisfatto di questo primo atto concreto verso l’ONCOLOGY CARE di San Cataldo, che abbiamo stimolato al fine di dare al paziente oncologico, qualità e appropriatezza delle prestazioni, oltre che a rilanciare il nosocomio sancataldese”.
“Tali prestazioni – continua Pagano – devono garantire ai cittadini cure all’avanguardia, evitando i viaggi della speranza e la concretezza del Direttore Caltagirone sta dimostrando che la Radioterapia da noi voluta, già nel 2009 non era una utopia.
Adesso aspettiamo di conoscere quando partirà il Project Financing del restante Polo Oncologico. Desidero infine ringraziare tutti i protagonisti di questa bella notizia. Oltre al Direttore Generale, anche gli infaticabili responsabili del Servizio Prevenzione e Protezione, Dott.ssa Cinzia Granvillano, il responsabile del Provveditorato Dott. Danilo D’Agliano e i collaboratori Marco Taibi, Provvidenza Caruso, Concetta Bernardo, Rosaria Galletti. Infine una constatazione: mentre altri (5 stelle e le varie anime della sinistra, anche civica) si divertono, sin dai tempi del Presidente della Regione Crocetta (2012-2017), a bloccare i lavori del Polo Oncologico, con polemiche inutili, calunnie circa la paventata chiusura dell’Ospedale di San Cataldo, e novità di questi giorni, anche con visite ispettive; altri, sul fronte opposto, lavoriamo con serietà, per riportare efficienza al Maddalena Raimondi e ridonare speranza a chi soffre”.
Lo dichiara Alessandro Pagano, Vice Capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati

Commenta su Facebook