Politica a fianco dei magistrati contro riduzione organici dei tribunali. Il PD impegna i propri parlamentari.

931

TONa e magistrati“No alla riduzione delle piante organiche degli uffici giudiziari siciliani”. Si terrà a Caltanissetta la Conferenza stampa delle Giunte distrettuali dell’ANM di Palermo, Catania, Messina e Caltanissetta, a palazzo di Giustizia il 31 gennaio alle 17,00 . “Il Ministro della Giustizia – affermano i presidenti delle giunte distrettuali, tra cui Giovanbattista Tona per quella nissena – ha proposto la revisione delle piante organiche dei Tribunali e delle Procure, riducendo il numero dei magistrati che lavoreranno in Sicilia di circa 70 unità. La soppressione dei Tribunali e degli uffici dei giudice di pace, che doveva servire per ottimizzare le risorse e aumentare l’efficienza della giustizia, si trasforma così in un’ulteriore occasione per risparmiare in un territorio in cui c’è sempre stato bisogno di più magistrati che affrontino indagini e processi numerosi, complessi e spesso pericolosi.

Tutte le giunte distrettuali dell’ associazione nazionale magistrati della Sicilia vogliono spiegare le ragioni per le quali i calcoli effettuati dal Ministero della Giustizia per giustificare i tagli sono inadeguati rispetto alla realtà giudiziaria della Regione.

Il Partito Democratico della Provincia di Caltanissetta, esprime solidarietà nei confronti della Camera Civile e della Camera Penale di Caltanissetta Lumia con Gallè, Bonura a sx Falzonein riferimento alla rideterminazione delle piante organiche degli uffici giudiziari di primo grado. “Detta proposta si tradurrebbe nella riduzione di ben sei magistrati del Tribunale di Caltanissetta, pari al 20% della attuale pianta organica, e nel taglio di due sostituti della Procura. “Tale iniziativa non tiene conto dello specifico impatto che si produrrebbe nella lotta alla criminalità organizzata”. Lo affermano il segretario del Pd Giuseppe Gallè e Annalisa Petitto, per i quali “un ritardo nell’aspettativa di Giustizia, potrebbe indurre i cittadini, malauguratamente, a ricorrere a soluzioni alternative”. Il Pd coglie l’invito della Camera civile e penale di Caltanissetta e si fa Comitato Bersaniportatore dell’importante messaggio facendo carico ai propri deputati regionali e nazionali in carica e a quelli che si apprestano ad essere eletti ad assumere tutte le iniziative per scongiurare il grave pericolo della riduzione delle piante organiche anche sollecitando il CSM e le Commissioni Parlamentari competenti ad esprime parere negativo alla proposta riduzione che comporterebbe la paralisi della attività giudiziaria in tutto il Distretto della Corte di Appello.

Pagano Alessandro - a sx Alfano e Campisi“Esprimiamo la nostra convinta adesione all’appello contro il ‘taglio’ degli organici dei Tribunali del distretto della Corte d’Appello di Caltanissetta lanciato dalla Camera Civile e dalla Camera Penale nissene. L’incidenza delle misure disposte dal provvedimento ministeriale saranno catastrofiche, perche’ concorreranno a dilatare i tempi per la definizione dei processi, gia’ ben oltre la media europea, andando, inoltre, a compromettere il contrasto alla criminalita’ mafiosa condotto dalla Dda e dalla Procura di Caltanissetta”. Lo afferma il deputato Alessandro Pagano del Pdl, componente della commissione finanze della Camera. “Per scongiurare questi rischi, – afferma Pagano- eserciteremo le opportune e necessarie ‘pressioni’ politiche sui competenti organismi istituzionali affinche’ il ministro della Giustizia ‘revochi’ l’adozione di tali, pericolose, misure”.

Commenta su Facebook