Policlinico, Mancuso (FI): “Solo Caltanissetta può garantire la sede essendo Dea di II livello”

“Domani presso l’Assessorato regionale alla salute ci sarà una riunione tra Razza, la deputazione locale e i sindaci locali per discutere di Policlinico diffuso. Ritengo che tale struttura può nascere solo dove c’è un Dea di secondo livello, che attualmente è garantito solo a Caltanissetta.  Se parliamo di emodinamica e altri reparti, è indiscutibile che Caltanissetta sia il fiore all’occhiello della Sicilia centrale, con tutto il rispetto per altre realtà con le quali non deve esserci competizione ma dialogo costruttivo”. Lo afferma il deputato regionale di Forza Italia, on. Michele Mancuso.

“È per tale motivo che fino a quando i cittadini me ne daranno l’opportunità – conclude il Parlamentare – difenderò con le unghie e con i denti la scelta di Caltanissetta. Ma non sono l’unico a prospettare le barricate. Con me ci saranno tutti i 22 comuni del nisseno, tutto il personale sanitario e parasanitario del comprensorio. Il Policlinico deve nascere dove esiste un dea di secondo livello, non un ospedale di periferia. È la norma a dirlo, non sono io che lo tiro fuori dal cilindro. Chiunque dica il contrario perché siamo in campagna elettorale, sa di sbagliare. Se anni fa si è fatta scappare l’opportunità di aprire un ateneo universitario a Caltanissetta in favore di altre realtà, oggi la storia non si ripeterà con il Policlinico. In rappresentanza della politica nissena all’interno delle istituzioni regionali, non permetterò l’ennesimo scippo ai danni della mia città”.

Commenta su Facebook