Piscina Comunale. Le associazioni: "Riapertura annunciata il 17 settembre ma ancora chiusa"

902

Piscina internoDopo la conclusione dei lavori nel mese di luglio l’Assessore allo sport del Comune di Caltanissetta, Gaetano Angilella, aveva dichiarato che la piscina era pronta per riaprire e che da quel momento non dipendeva più dall’amministrazione l’avvio delle attività in acqua. In altre parole la Piscina Comunale riparata e restaurata è di nuovo in possesso della società concessionaria della gestione, la Swimming Srl che in una brochure stampata nelle scorse settimane aveva annunciato la riapertura per il 17 settembre.

 

Per quella data numerosi cittadini iscritti si sono recati nell’impianto scoprendo che la piscina è ancora interdetta al pubblico e che la vasca principale non è stata ancora riempita.

A denunciare l’accaduto sono due associazioni, quella dei genitori dei ragazzi dell’attività in acqua per disabili e il comitato spontaneo  “Pro Piscina” che nei mesi scorsi è stato da pungolo sollecitando le risposte dell’amministrazione e del gestore in merito.

 

Piscina Disabili attività in acqua“Un progetto che nasce dal basso, dalla necessità dei disabili, delle loro famiglie,  secondo le modalità della legge 328/00 per la quale deve essere il bisogno a richiedere il servizio. Così è stato per l’attività in acqua per disabili”. Inizia così la nota a firma di tutti i genitori dei ragazzi disabili, trasmessa in redazione dal portavoce Carlo Campione.  “Un progetto pilota, voluto dalle famiglie di associaioni che si occupano di disabili, unico in tutta la Sicilia. Dove 70 disabili fanno sport, un’attività  ludico ricreativa ma anche competitiva a secondo del tipo di disabilità. Dove alcuni disabili dovrebbero svolgere anche un’attività sub-acquea. Ma la piscina è chiusa dal 17 Maggio per lavori di manutenzione. Questa volta non è un problema di finanziamenti. Il progetto è finanziato con fondi regionali. Ma il servizio non riparte, aldilà degli enunciati proposti a mezzo stampa”.

Campione afferma che neanche l’Amministrazione comunale sarebbe a conoscenza del motivo della mancata riapertura.

Più dura la nota de “comitato Pro piscina”, da mesi in guerra con il gestore.

“In estate l’Amministrazione Comunale ha annunziato in conferenza stampa la conclusione dei lavori – si legge nella nota a firma di Francesca Falzone, Maria Concetta D’Arma, Vincenzo Minglino, Lorenzo La Rocca, Silvia Pignatone – Ma perché, allora, a settembre inoltrato, non è stato ancora riaperto l’impianto? Perché il gestore, pur avendo dichiarato per iscritto, nella brochure distribuita presso la segreteria , l’inizio delle attività per il 17 settembre non è in grado ( o non vuole?) riattivare i corsi di nuoto e restituire alla città l’impianto sportivo funzionante? Restituire l’impianto alla città! Si tratta proprio di questo. E a tal proposito, dove è finita l’amministrazione comunale che avrebbe dovuto seguire con attenzione tutta la vicenda? “.

Commenta su Facebook