Piscina comunale. La società aggiudicataria comunica la risoluzione dell’affidamento

1084

La società aggiudicataria tramite i propri avvocati ha trasmesso una nota al Comune in cui si parla di inadempienze della stazione appaltante che sarebbero alla base della decisione di risolvere l’affidamento. Si complica il percorso per la riapertura

La società “Sport Service Srl” di Modica, aggiudicataria del bando emanato dal Comune per la gestione della piscina comunale di Caltanissetta per i prossimi 5 anni avvia la risoluzione dell’affidamento. Lo ha fatto con una comunicazione ufficiale lo scorso 16 dicembre affidando ai propri legali una serie di considerazioni che adesso sono al vaglio degli uffici del Comune. Il bando per l’affidamento era stato aggiudicato in via definitiva il 5 giugno 2019. La consegna dell’impianto si sarebbe perfezionata dopo alcuni lavori di manutenzione aggiudicati a dicembre e che stanno per partire.

Una decisione quella della società (che abbiamo provato a contattare al telefono senza successo, ndr.) che sarebbe dovuta a un “inadempimento non di scarsa importanza” anche in relazione al pregiudizio economico che la stessa asserisce di avere subito. Motivi per i quali i legali della Sport Service Srl di Modica hanno comunicato “la risoluzione dell’affidamento e dei servizi annessi per inadempimenti della stazione appaltante”. Pare che la società si sia riservata di chiedere i danni per il pregiudizio economico subito.

Proprio adesso stanno partendo i lavori di manutenzione da parte del Comune al termine dei quali l’impianto doveva riaprire con la nuova gestione. Un percorso stabilito nelle scorse settimane e, pare, condiviso con i referenti della stessa società aggiudicataria. Si tratta di lavori edili di manutenzione per il consolidamento del solaio dei locali caldaia, tinteggiature di alcuni muri, sostituzione di alcune piastrelle della vasca per un totale di poco meno di 12 metri quadrati, corsie galleggianti e piccole manutenzioni su alcuni infissi. Al termine dei lavori la piscina comunale doveva essere consegnata al nuovo gestore pr un canone di circa 300mila euro in cinque anni (65mila euro annui).

Adesso invece c’è grande incertezza per la riapertura della piscina comunale di via Rochester a Caltanissetta. Un’incognita che pesa sull’attività di tanti sportivi che praticano nuoto e dei disabili che hanno interrotto da tempo le attività in acqua.

Commenta su Facebook