Pirandello e Noi. Gli studenti del Liceo “Settimo” al convegno pirandelliano

925

E’ stata una giornata speciale mercoledì 4 febbraio con la presentazione del 52° Convegno di studi pirandelliani presso il Liceo Classico, Linguistico e Coreutico “R. Settimo” di Caltanissetta, con l’aula magna gremita di studenti incuriositi dalla possibilità di fare esperienza di laboratorio teatrale attraverso il testo di Pirandello “Questa sera si recita a soggetto”. L’attività, dal taglio fresco ed attuale, viene proposta dal Centro nazionale Studi Pirandelliani.
A presentare il percorso è stato il prof. Stefano Milioto, presidente del centro, subentrato ad Enzo Lauretta recentemente scomparso (ricordato dalla prof.ssa Maria Luisa Sedita, presidente del Comitato Dante Alighieri). Di Lauretta è stato proiettato un filmato in cui il professore approfondiva l’importanza del teatro dei miti, una riflessione intensa ed interessante per chi, come i nostri studenti, si affaccia alla consapevolezza di dover capire, conoscere approfondire.
Il convegno è stato presentato davvero come un’opportunità di aprire gli orizzonti, di non rimanere chiusi in provincia, ma di confrontarsi, cercare, sperimentare per crescere e far crescere il nostro paese. L’incontro ha offerto l’occasione di ricordare come una studentessa della nostra scuola, Simona Ferraro, abbia vinto il premio di scrittura creativa al 51° convegno con un testo dal titolo “Naufrago”, riscrittura della novella di Pirandello “Il Signore della nave”. Il Dirigente Scolastico, Irene C. M. Collerone ha sottolineato come obiettivo di una scuola come il Liceo debba necessariamente essere questa proiezione verso esperienze nuove, appaganti che consentano ai ragazzi di mettersi in gioco e di sperimentare, attraverso il linguaggio del contemporaneo, quanto attuale possa essere la letteratura e quanto importante il passato. A coordinare l’incontro è stata la prof.ssa Loredana Scintilla.

Commenta su Facebook