«Il pietrisco sporca, ci sono pochi giochi», le critiche al giardino di San Luca. Intanto i volontari ripuliscono il parco

3288

Il pietrisco sporca, mancano le barriere, ci sono poche giostre. Sono queste le principali critiche rivolte al giardino del quartiere San Luca di Caltanissetta, inaugurato il 23 maggio scorso. Critiche ricorrenti anche nei social. Al netto delle quali però sono centinaia le persone, famiglie e bambini, pensionati, che frequentano il giardino della legalità quotidianamente, soprattutto la sera.

IMG_5262“Il parco – ammette il presidente del comitato di quartiere, Fabio Mocciaro – è un punto di partenza, non di arrivo. Abbiamo sentito anche noi qualche polemica sulla presenza di questo pietrisco nella piazza principale del giardino, sull’assenza di una recinzione esterna o sulla quantità minima di giostre per bambini. E’ vero che si può sempre fare di meglio, ma è anche vero che il comitato di quartiere da anni ha chiesto aiuto a tutto il quartiere. Eppure quando facevamo le riunioni e partecipavamo ai tavoli tecnici del Comune, per raccogliere le firme o per fare insieme le bozze del progetto, eravamo sempre le stesse quattro persone. Adesso – prosegue -, che il giardino è realizzato, anche grazie all’impegno di chi ha sottratto tempo alla famiglia o al lavoro, dispiace che ci si venga a lamentare”.

Il Comitato San Luca non nega comunque che le criticità siano reali. “Ma è chiaro – spiega Mocciaro – che si può fare di più, ci sono aspetti da migliorare. Effettivamente il pietrisco non è bello da vedere e forse nemmeno molto pratico, ma era necessario viste le ristrettezze economiche e per realizzare l’opera in tempi brevi”.

Un gruppo di volontari del quartiere, intanto, ha ripulito la villetta sabato pomeriggio da numerosi rifiuti abbandonati da alcune persone che frequentano il parco. Tutto è partito da una video denuncia su facebook di un residente indignato che segnalava l’abbandono di ogni tipo di rifiuti da parte dei cittadini nel giardino. A guidare il gruppetto di volenterosi il parroco di San Luca, Alfonso Cammarata, lo stesso Fabio Mocciaro, presidente del comitato di quartiere e altri volontari.

IMG_5258“Armati di guanti e buona volontà abbiamo dato una ripulita. La cosa ci ha trasmesso tristezza, è stato vedere il giardino così sporco dopo tanta fatica. Soprattutto perchè è popolato ogni giorno da bambini, adulti e persone di ogni età. Anche i singoli cittadini, vedendo una lattina gettata in terra possono prenderla e buttarla dentro i cestini. Non va così e noi facciamo la nostra parte”.

Commenta su Facebook