PiazzAcolori 2. Bis di folla, allegria e partecipazione. Locali strapieni. Tanto affetto per Chiara Cumella.

2787

I ragazzi di MA CHE COLPA ABBIAMO NOI  intervistano Corrado Sillitti e Mirko Riva (9)Nessuno aveva dubbi. PiazzAcolori 2, di sabato 20 giugno, sarebbe stato un successo come la prima edizione. È così è stato.  Davvero tanti gli artisti, delle tipologie più diverse, che hanno allietato la serata dei tantissimi nisseni che hanno popolato il Centro storico di Caltanissetta. E siamo convinti che a “dare il colpo di grazia” ai genitori per convincerli a scendere in Centro, siano stati i bambini per i quali c’era soltanto l’imbarazzo di scegliere con cosa giocare. Che bello mettere la mano su di un piatto pieno di gesso, lasciarne l’impronta e poi  portarsi a casa il piatto. Oppure comodamente seduti a tavola, con davanti a sé un piatto di pasta cruda da dipingere con pennello e acquerelli. Oppure divertirsi con i preziosi VIP dell’Associazione “Viviamo in positivo” capaci di regalare un sorriso a tutti.
Lasciare il Centro storico libero dalle vetture è il progetto di “Green Block” che ha continuato la raccolta di firme proprio per tale finalità.
Intervista a Ettore Maria Garozzo

Il messaggio più forte di PiazzAcolori (2)In quest’ottica, a nostro avviso, il messaggio più forte e più emblematico è stato lanciato da Ettore Maria Garozzo e Ferdinando Scavone di “Spazio Creativo” con una foto che riesce a dire tanto. Molto più delle parole. È la foto di due storiche Fiat 500, in piazza Garibaldi, posizionate  una di testa e una di coda, ai lati di  una tavola apparecchiata, con i rispettivi conducenti  che, senza scendere dalla vettura, con il solo finestrino aperto, pranzano regolarmente. Il messaggio è davvero forte ed è rivolto a tutti coloro che sono per l’apertura al traffico del Centro storico, magari  per potere arrivare con la propria auto sin davanti ai negozi o davanti al bar”. Complimenti per l’idea.
Bravi i ginnasti, i giocolieri, i complessi musicali e bravo anche il “panellaro” che ha adeguato il suo banchetto alla filosofia di PiazzAcolori.
Radio CL1 ha trasmesso, in diretta, l’ormai noto programma  “Ma che colpa abbiamo noi” condotto con brio e ironia da Simone Abate,Mario I ragazzi di  MA CHE COLPA ABBIAMO NOI (5)Scalabrino, Alessia Cannemi e Mario Scarantino. Nel corso della diretta  i nostri allegri ragazzi, hanno intervistato Corrado Sillitti e Mirko Riva che si sono spesi per perorare la causa di Chiara Cumella.
“Crediamo molto in queste forme di partecipazione e di libere espressioni – ha detto il sindaco Giovanni Ruvolo intervistato dai  bravi conduttori – e, quindi, avremo modo di continuare a collaborare perché è questo lo spirito”.  “Come può l’Amministrazione – ha incalzato l’intervistatore –   aiutare due pazzi come Lo Renzo e Roberto che si vogliono buttare in questa mischia”. “Sincronizzandoci sulla stessa pazzia “ è stata la risposta lapidaria ma efficace di Giovanni Ruvolo.
Intervista a Corrado Sillitti e Mirko Riva

Tanta gente, dunque, tanta animazione ma anche tanto affetto e generosità per Chiara Cumella che, ormai, è diventata la nostra amica del cuore. In uno stand a lei dedicato, posizionato in piazza Garibaldi, proprio accanto alla nostra postazione  si raccoglievano fondi da utilizzare per l’intervento che Chiara, l’8 luglio, dovrà subire in America. Poi, la bellissima sorpresa: arriva Chiara sulla sua sedia a rotelle (che speriamo di rottamare il più presto possibile) e subito tutti attorno a lei.
Intervista a Valentina Iachetta

Chiara Cumella con padre Sergio Kalizak, parroco di Sant'Agata (1)Anche padre Sergio Kalizak, Parroco di Sant’Agata al Collegio, Parrocchia frequentata da Chiara, appresa la notizia, è venuto allo stand, assieme ai frati “ Servi della Misericordia”, per stare in compagnia di Chiara. Abbiamo assistito ad una scena veramente bella che dovrebbe far riflettere molti. Padre Sergio e Chiara sono legatissimi al punto che Chiara ha accettato di fare un giro per corso Umberto soltanto se padre Sergio fosse andato con lei. Ma Padre Sergio non è certamente il solo a sentirsi legato a Chiara. Sono proprio tanti a nutrire un grande affetto per lei.
Coraggio Chiara, ce la farai e poi, faremo davvero una grandissima festa.
Intervista a Roberto Gallà, uno degli organizzatori

Ricordiamo che mercoledì 24, al Centro Michele Abbate, tanti artisti nisseni si esibiranno per la causa di Chiara. Info al n. 328 15 84 483 oppure via mail: emiliacelestre@gmail.com
GUARDA IL PROGRAMMA EVENTI PER CHIARA
 
Nota della Redazione:
a tutti coloro che volessero scaricare una o più foto pubblicate nell’articolo e/o nella fotogallery seguente, per farne uso pubblico, ricordiamo di citare la fonte “Radio Cl1″                                                                              
Cliccare sulle foto per ingrandirle
 
 

 

Commenta su Facebook