Piazza Mercato Grazia. Progetto esecutivo e rendering: due fantasmi. Soltanto due magnolie inducono a sognare.

1180

L'assessore Massimo Bellomo, l'avv. Alfonso Gucciardo e il sindaco Giovanni Ruvolo“Questi fantasmi” era il titolo di una divertente commedia interpretata da Eduardo De Filippo. Titolo che, già da solo, calzerebbe a pennello per parlare dell’incontro di martedì 22 dicembre, riguardante la riqualificazione di Piazza Mercato Grazia, tra il Sindaco Giovanni Ruvolo, l’Assessore Massimo Bellomo e l’avv. Alfonso Gucciardo promotore dell’iniziativa.

Un comunicato stampa del 20 dicembre,  o meglio un “press release” come viene elegantemente definito, informava che il 22 dicembre in piazza mercato, il sindaco Ruvolo e l’assessore Massimo Bellomo avrebbero consegnato (simbolicamente, ndr) all’avv. Gucciardo “le prime piante da installare nello slargo” e avrebbero illustrato ai cittadini il “progetto esecutivo predisposto dall’Amministrazione Comunale, per la riqualificazione e l’ammodernamento della stessa piazza”.

Addirittura il sindaco Ruvolo, in attesa che arrivasse l’assessore Bellomo, parlava anche di un “rendering” che l’assessore avrebbe mostrato La d.ssa Marina Colasberna, il sindaco Giovanni Ruvolo e l'avv. Alfonso ucciardoall’avv. Gucciardo per l’approvazione. Quindi, in attesa di vedere questi elaborati,  tutti felici di potere quasi toccare con mano la nuova piazza.

A questo punto ci sia consentito di dare qualche spiegazione.

Rendering: quando un progetto è completo e definito in ogni sua parte, allo scopo di rendere lo stesso meglio leggibile, i tecnici ne fanno spesso il “rendering” cioè una rappresentazione tridimensionale, simile a una fotografia, nella quale si applicano i colori e i materiali previsti. Si ottiene, in tal modo, una visione molto vicina a quella che sarà la realtà a lavoro completato.

Progetto esecutivo: si redige dopo che il progetto di massima è stato approvato. Su di esso sono indicati, in scala, tutti i particolari che serviranno all’impresa esecutrice dei lavori, per realizzare l’opera.

Orbene, nel caso del mercato Grazia, per rimanere in tema, per progetto esecutivo si sarebbe dovuto intendere il posizionamento di lampioni, segnaletica orizzontale e verticale, cestini portacarte, vasi e fioriere, servizi igienici, posizione e profondità delle tracce (se previste)  sul piano stradale  ecc. Il tutto corredato da misure e distanze per rendere inequivocabile ogni particolare e ogni fase dei lavori.

Al posto di tutto questo, invece, soltanto due piante di magnolia ai lati della scala semicircolare che porta al mercato “strata ‘a foglia”. Di rendering e di progetto esecutivo, neanche l’ombra.

Il sindaco Giovanni Ruvolo e l'avv. Gucciardo (3)Da qui, il riferimento alla commedia di Eduardo “Questi fantasmi”. Il progetto – ha detto l’assessore Bellomo – si sta facendo. Ma, allora, perché si è parlato di progetto esecutivo e soprattutto di rendering? Qualcuno dell’Ufficio Tecnico spieghi, a chi di dovere, cosa sono queste due forme di rappresentazione grafica.

Soltanto una lettera, che pubblichiamo, consegnata all’avv. Gucciardo, nella quale sono elencati undici “sottosistemi urbani” facenti parte del cosiddetto “sistema centro storico”. Per meglio dire, undici zone della città, comprendenti piazza mercato Grazia, che saranno oggetto di “progettazione coordinata”. Ciò significa che prima di iniziare i lavori della storica piazza, si dovrà completare il progetto complessivo di riqualificazione delle undici zone prescelte in modo tale che, nell’insieme, ci sia una certa armonia.

Questa inaspettata dilatazione dei lavori,  com’era prevedibile, ha dato origine, da parte dell’avv. Gucciardo, a richieste di chiarimenti e indicazioni dei tempi previsti che non è stato possibile definire in quanto, probabilmente, trattandosi di centro storico, sarà coinvolta anche la Soprintendenza. Si è parlato di Pasqua, addirittura febbraio ma noi abbiamo qualche dubbio. È verosimile supporre che prima che sia pronto il progetto di undici zone e prima che la Soprintendenza ne valuti la fattibilità, dovrà passare parecchio tempo. Quanto, è difficile prevederlo.

Consegna al sindaco di una lettera (che pubblichiamo) anche da parte dell’avv. Gucciardo, intesa di reincontro dopo le feste, scambio di auguri e chi vivrà vedrà.

Pubblichiamo, di seguito, l’audio integrale della conversazione tra il Sindaco Ruvolo, l’Assessore Bellomo e l’avv. Gucciardo, durante la quale si continua a parlare di un fantomatico “rendering” o, quantomeno, di un “rendering” che nessuno ha visto.

Audio dell’incontro  Ruvolo – Bellomo – Gucciardo in piazza Mercato Grazia 

Clicca sul link sottostante e leggi le lettere del sindaco e dell’avv. Gucciardo

Lo scambio di lettere tra il sindaco Ruvolo e l’avv. Gucciardo

 

 

Commenta su Facebook