Piani di azione e coesione. Un milione e mezzo per Caltanissetta su anziani e asili

501

Questa mattina la quinta Commissione consiliare, presieduta dal consigliere comunale Gianluca Bruzzaniti, ha incontrato l’assessore alla Solidarietà Sociale Giuseppe Firrone per verificare lo stato dell’arte relativo al Piano di Azione e Coesione (PAC).

L’assessore Firrone, nel corso dell’audizione, ha ringraziato i componenti della Commissione per la collaborazione e il contributo fattivo dato alla programmazione e ha comunicato che è stata conclusa recentemente dai Sindaci di Caltanissetta, Delia, Resuttano, Riesi, Santa Caterina Villarmosa, Sommatino e l’ASP di Caltanissetta la programmazione distrettuale, prevista per la  partecipazione al Piano di Azione e Coesione (P.A.C.).

Firrone ha spiegato ai componenti della quinta Commissione presenti all’incontro, oltre al presidente Bruzzaniti vi erano anche i consiglieri Aiello, Middione, Tricoli e Turco, che l’Assessorato Politiche Sociali del comune capofila di Caltanissetta, ha previsto un apposito Ufficio di piano, composto da personale indicato dai vari Enti, dal Terzo settore e dai Sindacati confederali e coordinato egregiamente dalla P.O. dott.ssa Giuliana Licata, ha dato corso a tutti i complessi e numerosi adempimenti necessari per l’attuazione dei Piani locali di intervento riguardanti il potenziamento dei servizi di cura per gli anziani e per la prima  l’infanzia.

Per quanto riguarda i servizi di cura all’infanzia in tutto il Distretto n. 8 si è previsto di attivare n. 3 “Centri per Bambini e Famiglie” da erogare per tre ore giornaliere di cui due presso il Comune di Sommatino ed uno presso il Comune di Santa Caterina Villarmosa;  n.1 “Spazio Giochi” presso il Comune di Resuttano, “Ampliamento della fascia oraria in n. 3 Asili nido comunali” di cui due presso il comune di Caltanissetta ed uno presso il comune di Riesi; opere di ristrutturazione interna ed esterna in strutture Comunali di cui due presso il comune di Caltanissetta, uno presso il comune di Riesi ed uno presso il comune di Resuttano.

In particolare l’assessore Firrone ha detto che per il Comune di Caltanissetta è stato previsto il prolungamento della fascia oraria giornaliera di apertura del servizio dalle ore 15:30 alle ore 18:00 in favore di tutti i bambini che frequentano 4 asili comunali, da svolgere presso gli asili S. Petronilla e via Degli Orti, dove sarà eseguita anche la ristrutturazione interna ed esterna degli stessi. Infine, per dare continiutà al servizio, sarà effettuata  l’apertura degli asili nei mesi di agosto 2014 e 2015. Le azioni finanziate dal PAC per l’implementazione del servizio nel biennio 2014/2015 ammontano a € 286.274,00, che si andranno ad aggiungere ai fondi comunali, pari ad un importo annuo di € 693.107,00 previste nello stesso periodo per il mantenimento dei 4 asili nido comunali esistenti. Mentre per le ristrutturazioni il  finanziamento è di  € 137.000,00.

Per quanto riguarda i servizi di cura per gli anziani, l’Assessore ha detto che è stato previsto di avviare in tutti i comuni che compongono il distretto n. 8 il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI), specifico per gli ultra 65 anni non autosufficienti, integrandolo con quello già fornito dall’ASP. Il servizio sarà fornito per sei giorni alla settimana. Un altro intervento prevede il potenziamento del servizio di Assistenza Domiciliare Anziani (ADA), sinora erogato solo dal Comune di Caltanissetta, che verrà ampliato a tutto il distretto.  Le risorse totali assegnate al Distretto sono € 841.271.00.

In particolare il Comune di Caltanissetta incrementerà il servizio ADA, già in corso con fondi comunali per un importo annuo di € 484.884.60 per l’assistenza a 214 anziani, aumentando con i fondi PAC il numero degli assistiti di circa 130 anziani non autosufficenti. Per quanto concerne il servizio ADI, l’assessore ha detto che è stata prevista l’erogazione per circa 30 utenti.

Infine, entrando nel merito delle scelte maturate e condivise dal Comitato dei Sindaci, l’assessore Firrone ha rilevato che lo stesso ha conseguito, con la partecipazione al Piano di Azione e Coesione, un primo importante obiettivo che comporterà, non solo il finanziamento totale di 1.400.000 € da spendere entro il 2015 ma, soprattutto, l’incremento e lo sviluppo dei servizi di cura in favore della prima infanzia e dei servizi di assistenza e tutela per gli anziani non autosufficienti, in un ottica sempre più volta allo sviluppo e alla compensazione territoriale di interventi e servizi di integrazione sociale e sanitaria in tutto il distretto n. 8.

Commenta su Facebook