Perse la vita durante un inseguimento: a Montedoro i carabinieri ricordano l’appuntato Giovanni Salvo

503
SONY DSC

Montedoro (CL): Nel pomeriggio di ieri, giorno del 10° anniversario della scomparsa dell’Appuntato dei Carabinieri Giovanni Salvo, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Caltanissetta, il colonnello Baldassarre Daidone, ha ricordato, nel corso di una celebrazione liturgica celebrata alla chiesa Maria S.S. del Rosario di Montedoro, la prematura scomparsa dell’Appuntato M.O.V.C. “alla memoria” Giovanni Salvo, originario di quel centro e deceduto in servizio il 9 ottobre 2009. Nel corso della funzione religiosa, officiata dal Cappellano militare del Comando Legione Carabinieri Sicilia, Don Salvatore Falzone, edal Parroco della chiesa Don Salvatore Lovetere, è stato ricordato il triste episodio in cui perse la vita l’Appuntato Salvo,ed è stata data lettura della motivazione – che di seguito viene riportata- con la quale il 16 aprile 20013 il Presidente della Repubblica ha conferito al militare la massima onorificenza “alla memoria”:

Con coraggiosa determinazione e cosciente sprezzo del pericolo, nello svolgimento di un servizio di pattuglia in territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità, non esitava a porsi all’inseguimento di due sospetti rapinatori che si erano dati alla fuga a bordo di un motoveicolo. Nel corso dell’intervento condotto a forte velocità lungo un’arteria stradale ad alta intensità di traffico, veniva coinvolto in un incidente stradale a seguito del quale riportava gravissime lesioni che ne causavano la morte. Fulgido esempio di elette virtù civiche ed altissimo senso del dovere spinti fino all’estremo sacrificio.

Il 9 ottobre 2009, il Carabiniere Scelto Giovanni Salvo (promosso al grado di Appuntato successivamente al decesso), in servizio dal mese di luglio di quell’anno presso la Stazione Carabinieri di Villaricca (NA), nel corso di un servizio antirapina,si poneva all’inseguimento di due giovani a bordo di uno scootersimile a quello utilizzato per compiere rapine ai danni di utenti della strada.Nel corso dell’inseguimento, in sella al proprio motociclo, l’Appuntato Salvo, non avvedendosi di un autobus fermo lungo il margine destro della carreggiata, impattava contro lo spigolo posteriore sinistro del mezzo, venendo proiettato in avanti e finendo al suolo. Nonostante i soccorsi, decedeva pochi minuti dopo per le gravissime lesioni riportate.

Erano presenti alla toccante funzione religiosa, oltre al Comandante Provinciale,i familiari del militarescomparso e diverse autorità civili e militari tra cui il Sindaco di Montedoro,Renzo BUFALINO, il Comandante del Reparto Operativodi Caltanissetta, Ten. Col. Alessio ARTIOLI,il Comandante della Compagnia di Mussomeli, Cap. Giuseppe TOMASELLI, i rappresentantidell’Associazione Nazionale Carabinieri della provincia di Caltanissetta, oltre a tanti colleghi Carabinieri e numerosi concittadini. Dopo la lettura della preghiera in onore della “Virgo Fidelis”, la commemorazione si è conclusa con la deposizione di una corona d’alloro sulla lapide dedicata al caduto, sita nel limitrofo “Parco della Rimembranza dei caduti in Guerra”.

 

Commenta su Facebook