Perquisizioni a tappeto. La Squadra mobile passa al setaccio la criminalità locale

1267

Ore e ore di controlli e perquisizioni a Caltanissetta da parte della Polizia che passa al setaccio il sottobosco della criminalità locale. Un giro di vite che ha impegnato 35 uomini.
Si è conclusa una importante operazione di Polizia Giudiziaria operata dalla Polizia di Stato e disposta dal Questore Nicastro. Un’operazione vecchio stampo con perquisizioni diffuse ad abitazioni, garage e campagne di proprietà o utilizzate da soggetti pregiudicati e sospetti di vario genere connessi al mondo dei furti in appartamento, alle truffe e altri reati contro la persone e il patrimonio in particolare.
Sono stati effettuati, dalla Squadra Mobile della Questura e dal Reparto Prevenzione Crimine di Palermo, numerosi controlli a pregiudicati locali, eseguite undici perquisizioni domiciliari ad abitazioni di soggetti monitorati dagli investigatori presso siti in loro disponibilità, come detto abitazioni di campagna, terreni, garage, scantinati e soffitte.
Le perquisizioni sono state estese anche ai veicoli in possesso dei perquisiti, tutti soggetti già ben noti agli investigatori, per essere stati già indagati o arrestati.
In particolare sono stati messi sotto la lente d’ingrandimento tutti quei soggetti dediti precipuamente alla commissione di truffe, furti e rapine in abitazioni in danno di anziani.
I controlli hanno dato esito positivo, consentendo di raccogliere molteplici elementi di interesse investigativo.
Nel contempo, sono state eseguite sei perquisizioni dalle Volanti di soggetti a bordo di auto sospette e di pregiudicati sottoposti agli arresti domiciliari, di cui uno non trovato a casa e pertanto denunciato per il reato di evasione.

Commenta su Facebook