Peculato, l'ex presidente dell'Ato Cimino patteggia due mesi e venti giorni

889

Con un patteggiamento richiesto dal suo legale, l’avvocato Sergio Iacona, il GUP del Tribunale di Caltanissetta, David Salvucci, ha condannato alla pena di 2 mesi e 20 giorni per peculato l’ex presidente dell’Ato Ambiente CL!, Giuseppe Cimino, in continuazione con un’altra pena rimediata sempre per peculato per delle spese di carattere personale effettuate con la carta di credito della società d’ambito.
A febbraio, l’ex presidente dell’Ato rifiuti era stato condannato a 3 anni dalla Corte d’Appello e a pagare una provvisionale da 20mila euro per aver eseguito una cinquantina di spese ingiustificate per un importo complessivo di 41mila euro. In questo secondo giudizio gli episodi contestati erano invece quattro.
Dagli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza, Cimino effettuò numerosi acquisti in boutique di abbigliamento di Caltanissetta, Milano e Palermo, oltre in macellerie, pelletterie, profumerie e negozi di bricolage.

Commenta su Facebook