PDL, Pagano: "Torni ai grandi valori non negoziabili, altrimenti morte inesorabile".

763

Pagano Alessandro - a sx Alfano e Campisi“Ma siamo del tutto certi che la partecipazione degli elettori alle primarie del Pdl sara’ ampia e che le primarie, sotto il profilo numerico, saranno un successo?’. Questo l’interrogativo che si pone Alessandro Pagano, del Pdl. ‘I dati sull’astensionismo -aggiunge- emersi nelle recenti elezioni in Sicilia dimostrano un fenomeno in costante e inarrestabile crescita. Cosi’ stando le cose e visto che il voto alle primarie non e’ che una mera facolta’, e’ legittimo interrogarsi sul perche’ i cittadini dovrebbero mobilitarsi in massa per partecipare alle primarie di partiti in forte crisi di numeri e consensi’.

“Pochi nel centrodestra -continua il deputato del Pdl- hanno criticato il successo di Obama e questa e’ una grave ‘miopia’ politica in quanto, come evidenziato da numerosi e autorevoli osservatori, la sconfitta di Romney trae origine dalla direzione impressa alla campagna elettorale repubblicana, incentrata piu’ su tematiche ‘deboli’ e sull’economia che sui grandi temi ‘forti’, quali famiglia, sacralita’ della vita e valori non negoziabili, finendo cosi’ per deludere i propri elettori’. ‘Nel Pdl – secondo Pagano- si sta verificando quanto accaduto al partito Repubblicano: l’astensione del proprio elettorato di riferimento perche’ il partito sta anteponendo temi di banale quotidianita’ alle questioni che l’hanno reso grande sin dal manifesto politico e valoriale del ’94, ripreso in toto dal segretario Alfano nel discorso di insediamento del 1° luglio”.

“Il Pdl e’ ora davanti ad un bivio: recuperare e dare vita al progetto politico per cui e’ nato, rafforzando la propria azione intorno alle grandi questioni poste dai principi non negoziabili e realizzando la nascita del Ppe in Italia, oppure abbandonarsi all’agonia che lentamente lo sta conducendo alla morte e che inesorabilmente portera’ alla morte anche il Paese. L’esperienza di Romney docet”, conclude Pagano.

Commenta su Facebook