Pd (Faletra). "Confronto con UDC ineludibile. Le decisioni agli iscritti"

705

“All’esito della riunione della segreteria del circolo Faletra, si ritiene opportuno precisare che quanto emerge dalle notizie di stampa non risponde a quanto discusso in seno agli organismi di partito che, mai, fino ad oggi, si sono espressi con votazioni o percorsi di scelta sulle candidature”. E’ quanto afferma in una nota la segreteria del circolo “Faletra” del Partito Democratico, a firma del suo segretario, Linda Petrantoni.

“In questi mesi il PD si è confrontato con le forze del centro sinistra, costituendo un tavolo permanente nonche’ con il Polo civico con il quale si è dialogato ed interagito soprattutto in occasione di una iniziativa quale quella del forum, laboratorio politico al quale il PD ha partecipato con idee, programmi e persone.

In questo percorso il nostro partito ha incontrato anche UDC, partito con il quale governiamo il Paese e la Regione, ritenendo l’alleanza con la formazione centrista fondamentale, prioritaria e indispensabile per rendere possibile quell’inversione di rotta che la città e le forze sociali tutte ci chiedono.

A venti giorni dalla presentazione delle liste non può e non deve, a nostro avviso, mutare l’indirizzo prevalente maturato tra i dirigenti del partito in merito all’opportunità politica che l’alleanza con l’UDC rappresenta e che si pone come base portante per la costruzione di una alleanza quanto più ampia possibile.

A tal riguardo il confronto bilaterale tra il PD e l’UDC costituisce un passaggio ineludibile e politicamente coerente con le alleanze costituite su scala nazionale, regionale e locale.

Conformemente alle previsioni statutarie del partito, unico organismo deputato alla scelta definitiva della linea politica e del candidato e’ l’assemblea degli iscritti che, pertanto, all’esito degli incontri politici predetti, dovrà essere convocata”.

Commenta su Facebook