PD Centro storico, "Parco Balate subito fruibile, Antenna Rai progetto di ampio respiro"

798

Una conferenza stampa per lanciare le proposte del circolo “Centro Storico” del Partito Democratico in tema di verde pubblico urbano e di parchi pubblici.

Si è tenuto martedì mattina nel foyer del Teatro Margherita, l’incontro organizzato, tra gli altri, da Ivo Cigna, Angelo Lomaglio, Giuseppe Rumeo, all’indomani dell’ennesimo ultimo posto di Caltanissetta nella classifica ecosistema urbano, per verde pubblico (0,76 metri quadrati per abitante). Una conferenza che il PD “Centro storico”, organizza in pieno dibattito sul futuro dell’antenna Rai e del parco circostante.

In tema di verde pubblico, Ivo Cigna, presidente del circolo del PD, ha auspicato che le classifiche nazionali, sebbene vedano caltanissetta ultima, non siano temute dall’amministraiznoe, ma utilizzate come opportunità di misurare i cambiamenti e i possibili miglioramenti. Sul parco del quartiere Balate, Cigna ricorda che il comune ha ormai acquisito l’area e che, in attesa di fare i grandi progetti di cui si parla, si potrebbero fare dei sentieri a costo zero e piccole opere di pulizia e scerbatura che renderebbero immediatamente fruibile l’area.

Sull’antenna Rai, invece, ha parlato Angelo Lomaglio, spiegando che il progetto del comune deve coinvolgere necessariamente la Regione Siciliana.

“Noi crediamo che l’acquisizione dell’area e degli immobili della stazione RAI sia un fatto importante – spiega Angelo Lomaglio, dirigente del Partito Demcratico e componente della segreteria del circolo Centro Storico del PD – a condizione che si costruisca un progetto integrato, che significa valorizzazione dell’area a verde del Monte Sant’Anna e valorizzazione del museo delle telecomunicazioni sulla stazione Radio”.

Ascolta l’intervista ad Angelo Lomaglio del Partito Democratico – circolo “Centro Storico”

L’area per Lomaglio “ha un valore economico per l’utilizzo, se diventa un progetto integrato di livello regionale”. “Invitiamo l’amministrazione a condividere il progetto con gli assessorati al Turismo, al territorio e ambiente e ai beni culturali – prosegue l’esponente del Partito democratico – e su questo si costruisca un progetto con la programmazione comunitaria nei prossimi anni che dia centralità a Caltanissetta con un’iniziativa unica. Non c’è un museo delle telecomunicazioni a sud di Roma”.

Commenta su Facebook