Pattuglia di amministratori in Diventerà Bellissima. Il movimento di Musumeci si candida a guidare il centrodestra in provincia

698

Linda Lodato e Gloria Bancheri entrambe consigliere comunali di Delia e Diego Cianci e Mariangela Castellano consiglieri di Sommatino. Sono loro i nuovi amministratori locali che entrano a far parte del movimento Diventerà Bellissima del presidente della Regione Nello Musumeci.

L’ingresso è stato ufficializzato mercoledì pomeriggio all’hotel Ventura in una conferenza stampa convocata dai vertici provinciali alla presenza del coordinatore Paolo Mattina, di Giovanna Candura, Gianfranco Fuschi, Tilde Falcone e Gianfilippo Bancheri.

“Sono figure di pregio umano, professionale e istituzionale – ha detto il coordinatore provinciale, Mattina -. Entreranno a far parte di questa famiglia in cui si collabora per il raggiungimento degli obiettivi di benessere per tutta la comunità”.

L’attivissimo sindaco di Delia è il traghettatore della folta pattuglia dentro il movimento del presidente della Regione che intende partecipare da protagonista ai prossimi appuntamenti elettorali con proprie liste nei Comuni com’è avvenuto a Caltanissetta dove ha ottenuto il 9 percento di consensi. La strategia la spiega Gianfranco Fuschi, tra i fondatori del movimento di Musumeci. “C’è la necessità di creare nell’area del centrodestra, che in provincia è teoricamente maggioritaria, una forza politica che riesca a intercettare nei consigli comunali e nel territorio una rappresentanza politica reale. Perché crediamo che ci sia una carenza di leadership nel centrodestra, manca una guida politica. Diventerà Bellissima si candida ad essere guida del centrodestra che in questa provincia ha i voti ma poi non ha i riscontri reali”. Poche parole che arrivano alle orecchie degli alleati: Diventerà Bellissima non è un listino del governatore, né un think thank di destra ancorato soltanto a ideali ma un movimento in carne e ossa– sostanzialmente un partito – che intende battere le strade dei territori, a partire dall’entroterra.

Hanno aderito anche l’ex assessore della giunta Carbone di Sommatino, Barbara Castellano, l’ex consigliere provinciale Salvatore Sanfilippo e infine il consigliere comunale Calogero Bennici. Una classe dirigente che vuole ramificarsi negli enti locali anche, e soprattutto, dove il centrodestra non governa come nel caso di Sommatino, Comune in cui Barbara Castellano era assessore mentre la consigliera Mariangela Castellano è stata eletta con il maggioritario nella lista a sostegno del sindaco Elisa Carbone.

“Ho voluto lavorare sul territorio e oggi quattro amministratori e altri ex amministratori che fanno riferimento alla mia figura, fanno ingresso nel movimento del presidente Musumeci – spiega il sindaco di Delia, Bancheri -, per portare la loro esperienza maturata sul campo e dare quel sostegno che consente di crescere in termini di progetti per i cittadini e servizi alla collettività”.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla dirigente regionale di Diventerà Bellissima, Giovanna Candura. “Siamo orgogliosi di veder crescere il movimento in provincia di Caltanissetta. Siamo in contatto anche con altri consiglieri e realtà locali che sono lieti di far parte del movimento. L’azione del presidente Musumeci è sotto gli occhi di tutti e la Sicilia gli è grata per come ha lavorato durante l’emergenza covid. Anche la finanziaria regionale è stata orientata alla crescita economica e ben presto ne vedremo i risultati con le misure a disposizione dei sindaci e qui ce n’è uno che sa cogliere tutte le proposte presentate mentre altri non riescono, non hanno progetti esecutivi e quindi non è colpa della Regione. Gianfilippo Bancheri – conclude Candura – senza alcun privilegio riesce a intercettare i finanziamenti a disposizione per il territorio e questo dovrebbe essere un esempio per tutti i Comuni affinché diventino virtuosi anziché vivere di piagnistei come spesso avviene”.

Commenta su Facebook